Published On: Lun, Ott 19th, 2015

Cena di beneficenza al Genoa club di Riva Trigoso martedi 20 ottobre

La serata si svolgerà presso il “Circolo Sabino” di Trigoso dove la cucina, agli ordini degli Chef Alessandro Dentone ed Antonio Savastano, proporrà alcuni piatti della tradizione locale tratti dal progetto “Sapori e tradizioni di Liguria” che i ragazzi del Liceo Scientifico “G. Natta” di Sestri Levante hanno presentato la scorsa primavera al concorso “Together in EXPO 2015”. Saranno gli stessi ragazzi, grazie all’opera di coinvolgimento svolta dall’Istituto Scolastico, a svolgere il servizio ai tavoli durante la cena.

Parteciperanno alla serata giocatori e dirigenti del Genoa C.f.c. oltre a rappresentanti dell’Associazione Club Genoani.

Il Genoa Club Riva Trigoso, attivo dal 1989, è da sempre impegnato in iniziative a sfondo sociale, con contributi per enti ed associazioni, per aiutare privati bisognosi di cure, per regalare computer e libri alla locale Scuola Elementare, per contribuire all’acquisto di un nuovo mezzo per il locale Comitato della Croce Rossa, oltre ad altre di tipo umanitario come, ad esempio la raccolta di vestiti e generi alimentari per la Bosnia, durante la crisi Jugoslava. Ed è proprio per dare continuità a questo tipo di impegno che quest’anno si organizza la cena, i cui proventi saranno devoluti alla locale “Fondazione Giovanni Raffo”, che si occupa di assistenza malati e di progetti di ricerca sulla Sindrome Laterale Amiotrofica. Occorre comunque affermare che, nel corso di questi anni, le iniziative “Sociali” non hanno mai pregiudicato quelle “Genoane” che sono andate avanti di pari passo: le trasferte per seguire la squadra lontano da Genova, le feste Genoane, con la partecipazione di giocatori e dirigenti del Genoa, il supporto ai tanti soci che hanno seguito e seguono la squadra nei ritiri estivi, coniugando vacanza e passione. Negli ultimi anni, occorre ammetterlo, la vita del Club ha avuto un piccolo rallentamento. Da una parte la presenza sempre più massiccia del calcio in tv ha portato molte persone a seguire l’amato Genoa da casa, dall’altra c’è stata una fisiologica mancanza di ricambio generazionale. Ma il Club, grazie soprattutto al Presidente Zolezzi, ha saputo “tener duro” e, da quest’anno, un buon gruppo di giovani si è messo a disposizione per affiancare nel direttivo, i soci che hanno abilmente condotto il Club in questi suoi 26 anni di vita. genoa gasperini

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>