Published On: Lun, Mar 24th, 2014

Censimento di tutte le attività commerciali di Chiavari, mentre Monica Merciari fa il punto sulle polemiche

Riceviamo la seguente Nota stampa del Consigliere Monica Merciari, del Comune di Chiavari, in merito alle recenti polemiche sugli esercizi commerciali alimentari.

“Stimolati anche dalle associazioni di categoria cittadine, stiamo avviando una revisione dell’ultimo piano commerciale. Negli ultimi anni  il tessuto commerciale cittadino è infatti in buona parte mutato.  Il turnover degli esercizi è sempre più serrato, vogliamo pertanto supportare per quanto possibile le attività già esistenti cercando di utilizzare tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione.

A tal riguardo la nuova legge regionale in materia prevede diverse novità da attuare. La prima che abbiamo recepito con entusiasmo e sottoscritto in data  23 dicembre 2013 insieme alla Regione, all’ASCOM, al CIV e alla Camera di Commercio è il Patto d’Area.

Instaureremo altresì una serie di incontri regolari  tra i vari enti, programmati ad esempio ogni sei mesi, per monitorare la situazione nel tempo.  Sul piano generale, bisognerà invece partire da un censimento capillare delle attività commerciali sul territorio cittadino, divise per zona: centro storico, lungomare e negozi della periferia (dedicati principalmente agli abitanti del quartiere).

Andranno censite tutte le tipologie di attività, compresi i supermercati esistenti e le superfici dei locali. Ottenuti i primi dati potremmo pensare a nuove prospettive, dedicandoci allo studio per riqualificare alcune zone, sempre tenendo presente il quadro normativo regionale di riferimento.

In risposta alle considerazioni di alcuni soggetti apparse recentemente sui media, mi preme sottolineare che chi si lamenta rappresenta poco più del 3% della totalità dei commercianti di Chiavari. I commercianti appartenenti al settore non-alimentare vedono invece positivamente l’apertura del supermercato in via delle Vecchie Mura, e questo è quanto emerso dai vari incontri che abbiamo effettuato con i rappresentanti di categoria. Non dimentichiamo che anche i consumatori apprezzano l’apertura del nuovo punto vendita, e noi come Amministrazione dobbiamo tenere conto di tutti i cittadini indistintamente; se poi vogliamo parlare di “eccessiva concorrenzialità”, mi domando allora cosa dovrebbero dire i titolari dei bar, dato che recentemente – ed è sotto gli occhi di tutti – le nuove aperture sono vertiginosamente aumentate (come anche recentemente evidenziato da una nota testata giornalistica). Dal punto di vista strettamente giuridico, è chiaro che non possiamo andare contro una legge regionale, che detta norme precise vietando la legittima apertura di una nuova attività di carattere privato. Attualmente il comparto urbanistica del Comune sta seguendo attentamente tutte le fasi della procedura, mentre agli uffici del commercio non sono ancora pervenute pratiche relative all’inizio di attività commerciale in quanto si tratta di un iter successivo, subordinato al rilascio preventivo del titolo edilizio. Questo vale sia per il previsto supermercato di via delle Vecchie Mura sia per quello, ancora ipotetico, di Corso Dante”.

Porte di accesso al Centro commerciale, Progetto

Porte di accesso al Centro commerciale, Progetto

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>