Published On: Dom, Ott 27th, 2013

C’era un’altra auto con due cadaveri sotto il ponte di Carasco crollato

A ben 5 giorni dal disastroso crollo per cui chiediamo sia fatta un’inchiesta rigorosa, emerge un problema nella gestione di questa incresciosa e ora anche tragica vicenda: si tratta dei cadaveri due uomini che si erano recati in Veneto (o forse in Germania) per acquistarvi alcuni ricambi di una macchina spargisale utilizzata nel periodo invernale come mezzo di lavoro. I due stavano rientrando su una Golf bianca prestata da un amico. Si tratta di Claudio Rosasco, 45 anni, e Lino Gattorna, di 68, residenti a Moconesi. L’auto è stata rinvenuta solo oggi dagli operai che utilizzano una ruspa per rimuovere i detriti del ponte crollato. La notte del crollo del resto alcuni testimoni avevano dichiarato che un’altra auto era caduta nel fiume, ma evidentemente non erano stati creduti, anche perché nessuno aveva denunciato la scomparsa dei due uomini, credendoli in viaggio. La salma di Rosasco è stata ripescata nel mare di Bogliasco, quindi a circa 40 km. da Carasco, ed è stata trascinata dalle acque oltre la foce del fiume Entella. L’altro cadavere è stato invece trovato nell’abitacolo dell’auto e riconosciuto dal sindaco Trossarello. Una brutta storia.
CARASCO PONTE CROLLATO melgrati
Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Rico ha detto:

    L’età di questi due poveretti cambia ogni volta che c’è un nuovo articolo 😛

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>