Published On: Ven, Mag 31st, 2013

Chiavari a un anno delle elezioni

Analisi inviata da Valeria Leoni, della lista Uomini e città.
“È passato un anno dalle elezioni, e non si può fare a meno di notare come molto era stato promesso ai Chiavaresi, ma nulla o quasi è stato fatto da quella che si era presentata come la Giunta delle Meraviglie, e che si sta dimostrando solo una Amministrazione incapace di mantenere gli impegni presi e divisa al suo interno da lotte intestine. Al contrario, l’attuale Amministrazione è riuscita a demolire quanto di buono e concreto lasciato da quella precedente, in termini di opere ma anche di posti di lavoro.
Tra le promesse mirabolanti, ho voluto scegliere quelle che sembravano più facili da mantenere, ma sono rimaste lettera morta.
Chiavari Domani
La lista Monteverde aveva promesso la Certificazione patrimoniale degli amministratori comunali prima e dopo il mandato, ma ad un anno dalle elezioni il capogruppo consiliare di questa lista (sig. Devoto) ancora omette di pubblicare sul sito del Comune la propria dichiarazione dei redditi, pur essendo dallo scorso autunno obbligo di legge, con penalità pecuniaria. Sempre Chiavari Domani aveva promesso lo stop alla politica del mattone, ma i loro rappresentanti in Giunta e Consiglio sono favorevoli alla nuova speculazione nell’area delle Clarisse.
Pur avendo ottenuto l’Assessorato alla Toponomastica (prof. Mignone), la lista Monteverde non è riuscita a realizzare
una segnaletica turistica adeguata che indichi, ad esempio, il nuovo parcheggio di Via Ghio, realizzato dalla precedente Amministrazione.
Chiavari nel Cuore
La lista del Vicesindaco Piombo, che tanto aveva promesso prima delle elezioni. Oltre a quanto dichiarato sui parcheggi e già smentito dalla stampa, come non ricordare la promessa di ridurre la Tarsu del 25%? Bene, ora avremo la Tares e i rappresentanti della lista Piombo hanno votato contro alla proposta della Minoranza di poterla pagare in 3 rate, visto che la Tares sarà molto più salata della Tarsu. Il sig. Piombo si era anche impegnato a favore dei proprietari di animali, i risultati parlano da soli: il cimitero per i nostri amici a quattro zampe è finito nel dimenticatoio, i dog park rimangono un miraggio, con quello di Via Ghio che giace in stato di totale abbandono e per altro senza nessuna indicazione per raggiungerlo. Per non parlare dell’impegno di portare le crociere a Chiavari. Tante parole, alle quali non è seguito nessun fatto.
Popolo della Libertà
Concludo questo viaggio tra le promesse non mantenute con quanto dichiarato dal Sindaco in persona in campagna elettorale: aveva promesso in 100 giorni di redigere un nuovo piano del traffico, di creare aree di sosta per i residenti, di trovare una nuova sistemazione al mercato del venerdì: tutto è esattamente al punto in cui era al momento del suo insediamento un anno fa, nulla è stato fatto. Ma il peggio il sig. Sindaco l’ha riservato al Sociale: aveva promesso sostegno alla fasce deboli, potenziamento degli asili per i bambini, la Carta Famiglia per aiutare le persone in difficoltà. A distanza di un anno: sono diminuiti i contributi alle persone bisognose, il Comune si è rifiutato di finanziare la creazione di una sezione supplementare alla Scuola Materna di Corso Millo (nel 2012 i bambini in lista di attesa erano 21, nel 2013 sono 50!), ha cancellato la prevista apertura dell’Asilo di Sampierdicanne, la Carta Famiglia è servita solo come promessa elettorale.
Come dimenticare l’impegno elettorale del dormitorio a Sampierdicanne (progetto “La Branda”)? Non è che il Sindaco lo ha temporaneamente trasferito alla Colonia Fara?”

La foce dell'Entella oggi

La foce dell’Entella oggi

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>