Published On: Mer, Giu 4th, 2014

Chiavari: accordo tra Comune e Amministratori condominiali per controllo nei quartieri

Siglato questa mattina nella Sala del Consiglio di Chiavari un protocollo d’intesa tra il Comune di Chiavari, rappresentato dal Comandante della Polizia Municipale Federico Luigi Defranchi Bisso, e l’ANACI, libera associazione professionale senza scopo di lucro rappresentativa degli amministratori condominiali e immobiliari associati, rappresentata dal Presidente della Sezione Chiavari Tigullio in persona del Perito Industriale Moreno Maini, volto ad una collaborazione fattiva nell’interesse prioritario della sicurezza e della tranquillità dei cittadini: Chiavari è la seconda città d’Italia, dopo Padova, ad avviare questo genere d’intesa. Presenti fra gli altri  il Sindaco Roberto Levaggi, Il Presidente ANACI della sezione di Chiavari e Tigullio Moreno Maini, oltre che il Comandante della Polizia Municipale Federico Luigi Defranchi Bisso e il Consigliere Comunale Avv. Silvio Boccalatte.

 Di seguito le finalità dell’accordo:

  • garantire alla Polizia Municipale un unico interlocutore per ANACI con il quale rapportarsi al fine di gestire ed affrontare le problematiche e le criticità segnalate e/o rilevate all’interno dei complessi condominiali;
  • facilitare il contatto e l’informazione dei cittadini/abitanti in relazione alle proprie
    prerogative, alle politiche comunali ed alla normativa in campo urbanistico, ambientale, energetico e della sicurezza;
  • consentire al Corpo di Polizia Municipale, anche tramite un’ attività di verifica preventiva degli esposti/segnalazioni pervenuti, di concentrare la propria attività info/investigativa negli ambiti di specifica competenza, con conseguente beneficio in termini di tempestività  ed efficacia di intervento;
  • favorire la pacifica e serena convivenza tra condomini, con particolare attenzione alle criticità scaturenti dalle diverse culture e tradizioni;
  • garantire il rispetto di leggi e regolamenti, con particolare riguardo ad eventi e fattispecie correlati a fenomeni criminosi, illeciti amministrativi e comportamenti comunque vietati, che generano elevato allarme sociale in ambito residenziale quali: il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione, il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, la presenza di stranieri non debitamente segnalati all’Autorità di P.S., l’esercizio abusivo di attività ricettive o di ristorazione, la presenza di laboratori abusivi, lo spaccio di sostanze stupefacenti e/o psicotrope, la presenza di persone disturbanti o che cagionano un perdurante stato d’ansia e di paura e di fondato timore per l’incolumità dèi condomini, la detenzione di materiale contraffatto e/o provento di reato, la presenza di spazi abitativi in locali non idonei o malsani, etc.;

Oltre alle suddette finalità, l’art. 8 del protocollo d’intesa stabilisce che gli Amministratori di stabili ubicati in zone a rischio idrogeologico si rendono disponibili per installare in determinate parti degli edifici apposita cartellonistica che in caso di Allerta meteo fornisca ai condomini informazioni utili al fine di ridurre al minimo le situazioni di rischio. A tal fine sarà istituito un “tavolo tecnico permanente di confronto”, il cui funzionamento è disciplinato all’interno del protocollo d’intesa. Dal provvedimento non deriveranno oneri finanziari diretti a carico dell’Amministrazione Comunale.

Portici di Chiavari

Portici di Chiavari

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>