Published On: Gio, Nov 3rd, 2011

Lavagna: si studia un piano anti erosione della costa

Share This
Tags

Vertice questa mattina in comune a Lavagna per trovare soluzioni all’erosione provocata dalla mareggiata. Si cerca insomma di porre rimedio ai danni (recenti e futuri); una misura che occorreva assumere prima che i buoi – come si suol dire – scappassero dalla stalla. Sindaco e vertici di Rfi hanno fatto il punto su una situazione altamente critica, come già in passato era stato più volte drammaticamente dimostrato; esperienze di cui non si è tenuto conto. Del resto a Lavagna si chiede di fare una discarica (“colmata”) alla foce dell’Entella riducendo ancor più il deflusso durante le piene.

Sarà affidato ufficialmente l’incarico di redigere un piano all’ingegnere Ernesto La Barbera, uno dei maggiori tecnici in fatto di ingegneria portuale e di difesa delle coste che, per prima cosa, effettuerà uno studio sulle correnti. In genere in casi analoghi si mira a rinforzare la costa con massicciate, possibilmente non di marmo come avvenuto a Sestri Levante; ma dato che la balneazione è notevole fonte di reddito per la città, una soluzione potrebbe essere la costruzione di dighe sommerse (“soffolte”) parallele alla costa che hanno la funzione di far perdere forza ai marosi prima di infrangersi a riva. (m.m.)

.