Published On: mar, Lug 10th, 2018

Chiavari: Viva la pista di atletica! Consigli per il progetto

Un tema molto interessante a Chiavari è quello della pista di atletica.
Chiariamo subito una cosa: è cosa utile, molto utile.
L’atletica è infatti sport vero, in cui non ci sono allenatori torturatori e nazistalinisti, e nemmeno genitori golosi di soldi e successo per i loro geniali sparacalci. Non ci sono folle di tifosi rincoglioniti. E’ sport puro in cui ci si forma “costruendo e lottando” contro se stessi.
Inoltre, lo sport è uno stupendo presidio sociale, che forma i giovani e non li deforma come fanno il calcio, la cattiva politica, il fancazzismo…
A Sestri Levante la pista di atletica realizzata nel centralissimo parco Mandela è frequentata anche in questo caldo luglio, è un successo vero.
Sul progetto di pista di atletica a Chiavari vi è certo la questione del collocamento: la collocazione in piazza Giuseppe del Buono è la migliore possibile: Chiavari non ha spazi nel suo centro e in piano. Nella piazza tra via Ugolini e via Canale invece si è in pianura e ci si arriva bene anche in bicicletta. La pista di atletica, inoltre, non genera rumori fastidiosi per i residenti. Si potrebbe anche affiancarla al campetto di basket/calcio già esistente, creando così uno spazio per lo sport.
Il MeetUp di Chiavari: “Idea buona ma va valutato molto bene l’impatto della struttura sportiva”.  “L’area oggi è centro di aggregazione per famiglie e bambini”. In realtà basterebbe prevedere il mantenimento di spazi liberi per i bambini, e il problema si risolverebbe da solo.
I residenti chiedono di mantenere gli alberi. Richiesta sacrosanta. Nel caso fosse necessario abbattarne per consentire la posa della pista, si potrebbero piantarne altri, fondamentali per l’utilizzo della pista nei giorni caldi. Consigliamo l’utilizzo di acacie: alberi rustici, a crescita ultra rapida, a costo quasi zero, che perdono le foglie e che quindi danno fresco d’estate e luce d’inverno.
L’utilizzo di un chiosco, affidato a un gestore tramite bando pubblico, permetterebbe di gestire gratuitamente la pulizia, il controllo e il decoro degli spazi.