Published On: Mer, Gen 16th, 2013

Chirone e il piacere di studiare: i ragazzi del Da Vigo insegnano agli alunni delle medie

IMG_6231

RAPALLO. Si chiamerà Chirone, come il saggio centauro che nella mitologia greca fece da maestro ad Achille aiutandolo ad esternare la sua natura di eroe, il nuovo progetto pilota promosso dall’Istituto Comprensivo di Rapallo (ex Giustiniani) in collaborazione con il Liceo Da Vigo per prevenire e contrastare insuccessi ed abbandoni scolastici degli studenti rapallesi.

L’idea è quella di affiancare ad ogni studente “a rischio” uno studente più grande che funga da mentore. “Le più recenti ricerche pedagogiche si concentrano sull’efficacia della ‘peer education’, l’educazione tra pari, che offre un aiuto a tutti coloro che si trovano in difficoltà scolastiche per motivi diversi: timidezza, scarsa motivazione allo studio, mancanza di un metodo di studio adeguato, poca autostima” – afferma il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Rapallo Giacomo Daneri. Le ragioni sono molteplici: tra ragazzi è più facile instaurare rapporti di reciproca fiducia e i giovani tutor hanno affrontato le stesse problematiche che oggi affliggono i loro discepoli e sono  in grado di spiegare come vincerle con semplicità. L’attenzione individuale rivolta dallo studente più grande offre inoltre nuovi interessi a quello più giovane, lo aiuta a far emergere le sue attitudini, a farlo sentire speciale, a fortificarsi.

A partire da metà febbraio, i migliori studenti del Liceo Da Vigo affiancheranno una cinquantina di alunni delle medie, presso i locali scolastici di Via Frantini, per quattro ore di lezione pomeridiane alla settimana (40 ore per ogni studente).

image

“Il nostro Istituto individuerà tra gli allievi del terzo e quarto anno di corso quelli che si distinguono per profitto e, tra questi, quelli disponibili a partecipare al progetto – spiega il Dirigente Scolastico del Liceo Da Vigo, Nazaria Persia – Gli allievi individuati dovranno aver conseguito una media elevata nelle votazioni del primo trimestre soprattutto nelle discipline coinvolte (italiano, matematica, inglese e francese). Agli studenti-tutor sarà previsto un credito formativo ai fini del punteggio annuale per l’esame di Stato. Per gli studenti del quarto anno l’esperienza di tutoraggio potrà essere fatta invece valere come alternanza scuola-lavoro. A quanto ci risulta è la prima esperienza di questo tipo in Italia e il fatto ci inorgoglisce”.

Saranno gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo di Rapallo a individuare gli studenti bisognosi di recupero e a proporre alle loro famiglie di essere sottoposti all’attività di tutoraggio. Potranno essere aggiunti all’elenco citato anche altri alunni che, a giudizio dei docenti del Consiglio di Classe o anche su richiesta delle famiglie o degli stessi allievi, presentino problematiche nel metodo di studio. Gli insegnanti referenti del progetto, sia dell’Istituto Comprensivo che del Liceo Da Vigo, verificheranno periodicamente l’opera dei vari tutor, fornendo loro incoraggiamento e sostegno.

IMG_6234Il numero di ragazzi che manifestano i primi sintomi di un disagio che può portare all’abbandono precoce della scuola in Italia è crescente: si parla di due studenti su dieci (50mila su due milioni e mezzo) che lasciano i banchi prima di terminare le medie. Un fenomeno che investe in modo talora significativo le scuole del Tigullio e che anche gli insegnanti del territorio hanno imparato a riconoscere e a temere come punto di partenza di percorsi sbagliati, dalla microcriminalità al bullismo e all’abuso di alcol e droghe.

”Fino a questo momento la collaborazione in “verticale” tra i nostri istituti si limitava alle iniziative per l’orientamento o alla partecipazione agli “open day” organizzati dalle scuole superiori – concludono i due dirigenti – dal prossimo mese iniziamo un’esperienza completamente nuova, in cui i protagonisti assoluti saranno i ragazzi, in un rapporto reciproco di soddisfazione, che, siamo sicuri, sarà apprezzato anche dalle famiglie”.

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>