Published On: Mer, Apr 30th, 2014

Chiude la discarica di Sestri. Raccolta rifiuti affidata a Docks Lanterna di Genova

Ieri, lunedì 29 aprile, si è svolta in seduta pubblica l’apertura dell’offerta economica del bando per la gestione associata del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani per i Comuni di Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Moneglia e Sestri Levante, dopo la conclusione della valutazione in sedute riservate dell’offerta tecnica. Il miglior offerente è quindi la azienda Docks Lanterna spa di Genova, seconda la Ditta ISEDA srl di Aragona (AG), terza la Ditta Tradeco di Altamura (BA) e quarta l’ATI ECO SEIB srl di Giarratana (RG) / Ecoin srl di Porto Empedocle (AG).
Si avviano quindi ora le verifiche della Stazione Unica Appaltante di Genova alla cui conclusione il Comune capofila Sestri Levante procederà all’aggiudicazione definitiva e quindi ogni comune,decorsi i tempi di legge, alla stipula dei contratti.
Una notizia importante per l’avvio di un servizio migliore e per arrivare ad un incremento significativo della raccolta differenziata che produca risparmi per i cittadini.
Il servizio gestito da Aimeri Ambiente terminerà il 31 maggio.

Il costo del nuovo servizio sarà di 12, 9 milioni, per la durata di 12 anni (20 milioni per tutti i comuni del Tigullio orientale: Sestri (capofila), Casarza, Moneglia e Castiglione chiavarese.

Nel 2014 terminerà il conferimento dei rifiuti comunali nella discarica di Loro (Ca’ da Matta), che per 30 anni dovrà essere manutenuta e monitorata con i fondi già accantonati (1.853.000 euro).
Il Comune di Sestri valuterà dove e come conferire i propri rifiuti. La sindaca Valentina Ghio auspica che si vada verso una scelta “comprensoriale di tutto il Tigullio”.

Il nuovo sistema comporterà una spesa aggiuntiva di 800.000 euro, che per legge saranno coperte dalla TARI, imposta rifiuti che sostituisce la TARES. L’incremento del costo per famiglia sarà compreso tra il 6 e il 12%, quest’anno.

Per gli anni prossimi si punta al doveroso incremento della differenziata (noi preferiremmo che ci fosse una tassa comunale sugli involucri, che costituiscono la maggior parte del peso della spazzatura). L’obiettivo è passare da 8000 tonnellate annue a 4000, con risparmi per le famiglie.

Per quanto riguarda il servizio porta a porta, si procederà con dei piccoli test, per limitare al massimo i disagi, e per sfruttare le indicazioni provenienti da altri Comuni vicini, come Lavagna e Chiavari.

Ca' da Matta

Ca’ da Matta

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>