Published On: Mer, Giu 3rd, 2015

Cinque terre: una passeggiata sconosciuta e magnifica

Si può fare trekking passeggiando senza frenesia da cittadini, godendosi la terra e il mare, e senza camminare in compagnia di migliaia di “rododendri” attrezzati di tutto punto per scarpinare come se fossero in Galleria a Milano…
E’ l’alpinismo lento di Mangia Trekking, che questa volta ha riscoperto un magnifico percorso, ai lati delle Cinque Terre, più panoramico e meno pieno di turisti.
Con una camminata di circa 4 ore, organizzata dalla guida escursionistica del Mangia Trekking,  Valter Scapparone, che ha condotto i partecipanti a quota mt 563 in una zona molto panoramica, sul monte Rossola, l’associazione  ha voluto portare all’attenzione una fascia di territorio tra Levanto e Bonassola. Nelle giornate serene e senza foschia, la vista arriva alle isole toscane e alla Corsica.

Partiti  la mattina dalla stazione ferroviaria di  Levanto, gli entusiasti partecipanti alla giornata di alpinismo lento tra mare, monti e sole, sono saliti lungo la “Costa delle streghe”, hanno raggiunto la località “Crocetta” e dopo aver  attraversato, quelle che un tempo furono le cave di marmo rosso, ed aver costeggiando un piccolo laghetto, in un percorso panoramico e con piccolissima difficoltà, che si apre sulla vallata e sui paesi circostanti  Levanto, tutti insieme gli escursionisti sono giunti sulla vetta del monte Rossola. Una piacevolissima sosta pranzo durante un gradevole soleggio, una piccola lezione sulle attrezzature e l’autosoccorso in escursione, tenuta dalle guide dell’associazione Andrea Stretti e Giuliano Guerri, ed alcune foto ricordo, hanno permesso ai presenti di osservare il giusto riposo ammirando anche scenari naturali bellissimi ed a tutto campo. Infatti la vista va dal promontorio di Portofino fino ad alcuni paesi e montagne della Val di Vara.
Successivamente la camminata è proseguita verso Bonassola, lungo un sentiero altrettanto panoramico, ma ripido ed a tratti scivoloso. L’associazione consiglia che venga affrontato con attenzione, cautela e con le dovute attrezzature (calzature  idonee e bastoncini da trekking, cappellino da sole ). Raggiunta Bonassola nel pomeriggio, per tutti la bella possibilità di proseguire il soleggio e data la favorevole stagione,  di fare un bel tuffo in mare, coronando pienamente l’obiettivo della giornata . Proseguono così le attività dell’associazione Mangia Trekking volte a portare all’attenzione le bellezze naturali dei territori Liguri e a richiamare l’attenzione degli Enti preposti verso lo stato di conservazione e le  manutenzioni necessarie lungo i camminamenti nel verde.

Monte Rossola

Monte Rossola

monte rossola

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>