Published On: Mar, Feb 11th, 2014

Col referendum Castelnovo Magra e Ortonovo bocciano la fusione nel nuovo comune di Luni

Orrenda notizia, quella della clamorosa bocciatura della fusione tra i due comuni di Castelnuovo Magra e Ortonovo, tramite referendum che si è tenuto nei due comuni interessati. I cittadini “sovrani” non hanno creduto interessante la nascita di un nuovo comune, con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, che sarebbe costato meno alla comunità, avrebbe avuto più fondi e (si spera) una migliore organizzazione. Tra l’altro il nome di Luni era eccellente come promozione turistica.

Purtroppo ogni popolo ha il governo che si merita e ogni governo ha il popolo che si merita. E’ sempre scorretto sparare sulle sole amministrazioni: la popolazione (il “popolo bue”) ha sempre delle gravi responsabilità, nella sua scelta perenne di non voler essere informato, acculturato, pensante, ma di delegare tutto al feudatario di turno. Una mentalità superata nel Regno Unito già nel 1300, con la formazione del primo Parlamento.

Ogni battaglia politica deve essere innanzitutto una battaglia culturale, soprattutto nell’Italia che ha sempre sottovalutato e poi vietato l’insegnamento dell’Arte nel Paese con più tesori artistici al mondo.

Vergogna e, per favore, per questa volta niente ditini puntati contro gli Altri. Si pensi piuttosto alle travi presenti nei nostri occhi.

La piana di Luni

La piana di Luni

Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    D’accordissimo, Gatto!

  2. Gatto nero ha detto:

    E’ vero che ogni popolo ha il governo che si merita e ogni governo ha il popolo che si merita! Con 8.092 Comuni in Italia,ma per abolire quelli minori,metterli tutti d’accordo sarebbe un’impresa.Ne basterebbero un terzo o giù di lì. Per cui,non ci riuscrà nè Levaggi nè altri. Vuoi per campanilismo vuoi per altri motivi che sarebbe inutile enumerare. In effetti,tutti i politici sono aggrappati alle loro poltrone, anche i Sindaci,oltre che i politici dei Ministeri,Regioni e Province peraltro non ancora abolite. Prendiamo ad esempio, perchè più vicino a noi,la Fontanabuona. Con 13 Comuni dove il più grande (per popolazione s’intende) è Cogorno con 5.625 abitanti e via via seguiti da Carasco,Cicagna e in misura decrescente fino ad arrivare al più piccolo di Coreglia Ligure con 279 abitanti. Ma andategli a dire che parecchi Comuni verranno aboliti e convertiti in un solo Comune. Guai al mondo! In questo caso ci vorrebbe una legge ad oc.Ma non certo adesso,con questi chiari di luna! E così dicasi per la Val d’Aveto,la Graveglia ed altri. In Italia gli esempi si sprecherebbero,ma attualmente si sciupano anche i soldi. Dovrebbero solamente sopravvivere i Comuni virtuosi,cioè quelli che non sperperano il denaro del popolo. Ma alla fine, ahimè,saranno tutti virtuosi,purchè non si tocchino.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>