Published On: Gio, Ott 8th, 2015

Collaborazione tra l’ospedale Gaslini e l’ospedale pediatrico Buzzi di Milano

La Liguria non sarà solo terra di emigrazione dei pazienti verso altri ospedali in altre regioni italiane (o nazioni europee) A Palazzo Lombardia a Milano è stato firmato l’accordo di collaborazione sulla sanità pediatrica tra l’ospedale Gaslini di Genova e l’ospedale Buzzi di Milano, sottoscritto dai direttori generali dei due istituti, alla presenza della vicepresidente Sonia Viale e del presidente della Lombardia Roberto Maroni.
L’accordo può servire a rendere disponibili i servizi e i protocolli di cura del Gaslini anche ai piccoli pazienti lombardi.

L’accordo che rientra nel protocollo di collaborazione in materia sanitaria tra Regione Liguria e Regione Lombardia stipulato dai governatori Giovanni Toti e Roberto Maroni. «Sono molto orgogliosa del lavoro svolto  sulla strada della valorizzazione delle eccellenze sanitarie liguri e della loro esportazione anche in altre regioni– ha commentato l’assessore alla salute della Liguria Sonia Viale –. E quale ambito migliore di quello pediatrico per partire».

L’accordo siglato pone al centro le esigenze dei bambini e dei loro familiari attraverso lo sviluppo della telemedicina per il teleconsulto, delle vaccinazioni, della banca del latte e della promozione dell’Ospedale di giorno, che è una peculiarità del Gaslini. Inoltre prevede l’implementazione della rete di assistenza post- ricovero per favorire i pazienti e le famiglie e consentire la continuità delle cure.

Obiettivo dell’intesa è quello di condividere il sistema per la telemedicina del Gaslini per effettuare attività clinica di teleconsulto, con valore legale di refertazione, a sostegno delle linee di attività congiunta. Si prevedono inoltre azioni per la diffusione delle conoscenze attraverso iniziative di formazione congiuntain campo clinico, scientifico e gestionale tra i professionisti dei due enti pediatrici, workshop gestionali per mettere a confronto le esperienze delle strutture sanitarie pensate e costruite a misura di bambino.

Sono inoltre previsti percorsi di continuità assistenziale per pazienti in mobilità extraregionale e la reciproca sperimentazione di buone prassi: modelli di operatività integrata fra le terapie intensive neonatali pediatriche, diagnostica avanzata e approccio terapeutico al paziente neurochirurgico, sviluppo dell’assistenza domiciliare.

Ospedale di Rapallo

Ospedale di Rapallo

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>