Published On: Gio, Apr 18th, 2013

Colonia Fara: deserta anche la terza asta

Fallito anche il terzo tentativo di aggiudicare la colonia Fara di Chiavari tramite un’asta pubblica. Sono tempi duri per l’edilizia. Figurarsi per le ricostruzioni di edifici storici sottoposti a vincoli e con complicazioni dalle Belle Arti, e costi alti per la ristrutturazione e i vincoli comunali.
D’altra parte la colonia Fara, storico documento architettonico dell’era funzionalista, è posta in uno splendido sito a pochi metri dal mare, fuori dal caos.
Ma il problema principale è la mancanza di capitali circolanti e la staticità del mercato immobiliare.

Nella sede di Palazzo Bianco ieri la base d’asta era scesa a meno di 10 milioni di euro, quasi la metà della cifra proposta dalla giunta Agostino nel 2008 (17 milioni, ma era prima della crisi) e accettati -ma senza fidejussioni- dalla cordata Centro arte che or potrebbe rientrare in gioco, sfruttando il ribasso del prezzo d’acquisto e la possibilità di ottenere dal Comune dilazioni nei tempi di pagamento (per esempio legandoli alla vendita degli appartamenti ricavati) e riduzione degli oneri di urbanizzazione.
L’importante è evitare il degrado attuale (con periodiche infiltrazioni di residenti abusivi), che produce costi per il Comune,  unico proprietario dell’immobile che sarà destinato ad appartamenti residenziali fronte mare e hotel, sul modello seguito a Sestri Levante nel caso dello storico Grande Albergo Jensch.

Colonia Fara, panoramica

Colonia Fara, panoramica

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>