Published On: Ven, Ago 30th, 2019

Come scritto a luglio 2019, l’allerta zanzare nel Tigullio non va sottovalutata: il caso di dengue a Rapallo

Ci vuole intanto molta accortezza. Per esempio, NON IN TUTTI I PERIODI DELL’ANNO E’ CONVENIENTE RECARSI NELLE AREE TROPICALI (dove -tra l’altro- si inquina un pianeta intero, a causa dell’alto e ignorato inquinamento dovuto agli aerei… Quindi, estate sui monti e inverno ai tropici, come logica imporrebbe.
Consiglio non seguito dalla ragazza di Rapallo ricoverata a Rapallo per dengue, e poi trasferita al San Martino di Genova, dov’è in isolamento.

Il problema è che la giovane -prima del ricovero, e anche in seguito prima di andare in isolamento al San Martino di Genova- potrebbe essere stata punta da una zanzara tigre, che è un vettore di tutte le malattie tropicali.
Per questo motivo ieri a Rapallo è stata fatta una bonifica delle aree cittadine più a rischio. Infatti -se fosse stata punta- la stessa zanzara potrebbe aver punto altre persone, innescando una pericolosa epidemia.

In sintesi:
1. Evitare di viaggiare in aree a rischio di infezione.
2. Perché non rendersi conto che l’aereo è il mezzo più inquinante, e comportarsi di conseguenza? (Sicilia, Sardegna, invece di Indonesia…).

L’animale più pericoloso al mondo
La zanzara tigre -arrivata nel Mediterraneo sulle ali della globalizzazione (ristagni d’acqua su merce trasportata da Paesi tropicali) può anche essere il veicolo di pesanti malattie da virus, come la fetida Chikungunya, la febbre del Nilo, febbre gialla e la dengue. La tigre veicola anche il pessimo virus dell’encefalite equina orientale (EEEV) che provoca gonfiore al cervello. Alcuni decessi sono stati riscontrati nel corso di una vera epidemia rilevata nello Stato della Florida. Non parliamo poi della malaria, quasi debellata negli anni ’60 “grazie” al DDT, e ora ridiventata mortale in tutte le zone tropicali ed equatoriali. 
Nel 2016, per la prima volta in 10 anni, i casi di malaria sono aumentati: 216 milioni di persone nel mondo, 5 milioni in più rispetto al 2015. Le morti causate da malaria sono state 445.000 – la maggior parte bambini.