Published On: Gio, Apr 18th, 2013

Comunicato Pdl sui candidati per la lista di Rossignotti,

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa relativo alla presenza nella lista di Giacomo Rossignotti di alcuni iscritti del Pdl. Nel comunicato si evidenzia che la lista Segesta Domani, presentata come “civica” e apartitica sia in realtà un sandwich composto da ex membri di Rifondazione, del Pci-Ds-Pd, e dello stesso Pdl. 

”  E’ evidente che, con la decisione di sostenere il candidato sindaco Giacomo Rossignotti, alcuni isolati tesserati del Popolo della Libertà si sono posti fuori dal partito. Il Pdl ha infatti deciso negli scorsi mesi, a seguito di un’ampia e aperta consultazione con i militanti e con i competenti organi di partito, di sostenere convintamente, senza se e senza ma, la candidatura civica di Massimo Sivori all’interno della lista “Il Popolo per Sestri”. Questa scelta, maturata “dal basso”, è divenuta ufficiale con il comunicato dell’11 marzo 2013 a firma dei sottoscritti, rispettivamente coordinatore provinciale e commissario cittadino del partito, e del coordinatore regionale, Michele Scandroglio, a seguito di un incontro con lo stesso Sivori.

Il Pdl ha dunque riconosciuto in Massimo Sivori, cioè in un professionista serio, capace, da sempre fuori sia dal gioco dei partiti che dalle beghe tra “poteri forti” sestrini, l’unico candidato in grado di portare nella città il vero cambiamento.

Questa è la linea del partito, ed è chiaro che quei tesserati che decideranno o hanno già deciso di percorrere altre vie non rappresentano più, in alcun modo, il Popolo della Libertà. Sono ovviamente liberi, come privati cittadini, di sostenere chi vogliono, ma è di tutta evidenza che essi, con la scelta del sostegno pubblico ad altri candidati sindaci (una scelta peraltro infarcita da ridicole e paranoiche ipotesi di complotto ai loro danni), non possono più rappresentare il Popolo della Libertà. Non sarebbe né giusto né onesto, nei confronti degli altri iscritti, dei militanti e soprattutto degli elettori, continuare a far finta di niente.

Quando si è iscritti a un partito, e tanto più se si è fatto parte dei suoi organismi direttivi, se ne accettano le regole. Quando non si rispettano più le regole, si è fuori dal partito. Impossibile avere la botte piena e la moglie ubriaca. Impossibile tenere il piede in due scarpe, cioè nel Pdl e nel sostegno a Rossignotti, la cui candidatura, tra l’altro già perdente nel 2008, appare finalizzata più ad ostacolare il successo di Sivori che a contrastare la candidata dell’amministrazione uscente, Valentina Ghio.

E’ infine singolare che questi tesserati dicano di voler sostenere Rossignotti fregiandosi del titolo di esponenti del Pdl, proprio mentre Rossignotti dice di essere slegato e lontano dai partiti, e addirittura di volerli combattere. Peccato soltanto che le sue due liste siano infarcite da persone che proprio dai partiti provengono (ex segretari di Rifondazione comunista, tesserati di lungo corso del Pci, assessori della giunta Chella e chi più ne ha ne metta). La verità è che Rossignotti imbarca tutti al solo fine di garantire il suo posto di minoranza in Consiglio comunale e per mantenere a Sestri lo status quo. In questo senso egli è, insieme alla Ghio, il candidato della conservazione, non certo del cambiamento in meglio della città.

 Gino Garibaldi (coordinatore Pdl Provincia di Genova)

Andrea Tassano (commissario cittadino Pdl Sestri Levante)

pdl

Pdl di Sestri, ora diviso in due

Displaying 5 Comments
Have Your Say
  1. Ilda ha detto:

    Io di Rossignotti mi fido,è una persona come si deve e tutti dovremmo sapere che cosa significhi essere una persona come si deve. O qualcuno pensa che uno possa essere una pessima persona nel privato e contemporaneamente un ottimo amministratore?.Questo è il primo errore che ha portato al disastro generale. Dal singolo,dal dentro occorre partire,perchè la collettività,il “fuori” ne possa trarre giovamento. Si,parlo di “morale”,di volontà ferma e buona,non certo di moralismo. Ma anche la buona volontà è un talento e Rossignotti mi pare che lo abbia.

  2. Elisabetta ha detto:

    Mi sembra di capire che le cose a Sestri non siano migliorate negli anni e soprattutto con le ultime legislature, ma che, elezione dopo elezione, le cose e le persone che prendono le redini del paese siano sempre le stesse, e sono fermamente convinta che non miglioreranno MAI soprattutto se il paese continua ad eleggere SEMPRE le stesse persone e gli STESSI partiti.
    Per poter avere un cambiamento vero, dobbiamo cambiare il partito e le persone che vi fanno parte, altrimenti rimarrà tutto così com’è ..stessi partiti, stesse facce, stessi problemi irrisolti da decenni. Se continuiamo a partire da A e arriviamo a B, e le cose non migliorano, dobbiamo cambiare il punto di partenza. Partendo da C arriveremo a D. Potremmo correre dei rischi? Si. Ma se non altro possiamo dire che abbiamo provato a cambiare le cose.
    Per poter cambiare la stessa minestra di cui ci lMentiamo continuamente, dobbiamo cambiare gli ingredienti, le ricette e il cuoco.
    Facciamo dunque spazio a qualcuno di nuovo che ancora non ha avuto modo di dimostrare cosa potrebbe fare per il paese mentre vediamo di non votare, d lasciare a casa quelli che, anno dopo anno, hanno continuato e continuano a presentarsi sempre con buoni propositi in periodo di elezioni, ma che poi rieletti, in realtà non hanno fatto assolutamente NULLA per cambiare le cose ed hanno lasciato che Sestri sia arrivato a un punto di degrado di cui ‘abbiamo davvero di che vergognarci. Mi chiedo: ma non si vergognano questi politici, come fanno queste vecchie leve a non accorgersi che stanno facendo del danno al paese, ma soprattutto, ai cittadini, che economicamente ne pagano e subiscono le conseguenze???? E ai i cittadini dico: Datevi una mossa, aprite gli occhi..Vediamo di mettere in atto un cambiamento!!! Il paese si lamenta, i negozianti si lamentano…invece di lamentarvi provate a fare delle scelte diverse quando si presentano le elezioni!!!
    Capisco perché certi esponenti del PDL, pur avendo fatto parte di questo partito in passato, possano ora aver APERTO GLI OCCHI ed abbiano capito che e’ arrivato il momento di lasciarselo alle spalle, visti i non risultati. Nessuno stupore quindi che abbiano deciso di candidarsi schierandosi con il Sig. Rossignotti, dichiaratamente apolitico. Anch’io personalmente sono apolitica. Ma essere apolitica NON significa non avere dei valori., NON significa NON vedere la realtà. Essere apolitici significa sceglie di voler lavorare con le persone, indipendentemente dal loro credo politico, perché si sceglie di lavorare con persone che, come noi, vedono i problemi reali ed hanno pure intenzioni di risolverli, senza necessariamente nascondersi dietro una sigla ….Non credo nei partiti ma nelle persone quindi largo al Sig. Rossignotti e a tutti quelli che, sinceramente armati di voglia di fare e di buoni propositi, si schiereranno con lui.
    Solo così, solo cambiando le pedine potremo poter avere dei risultati… E se non porteranno subito dei risultati non potremo nemmeno lamentarci perché fino ad oggi i vecchi politici in in tanti anni non hanno portato a nulla di buono…quindi…facciamoci forza e rischiamo una volta per tutte perché …chi non risica, non rosica!!! In bocca al Lupo Sig. Rossignotti!!!!

  3. Elisabetta ha detto:

    Mi sembra di capire che le cose a Sestri non siano ante bene con le ultime legislature, e non sono di certo destinate a migliorare se continuiamo ad eleggere le stesse persone. Per un cambiamento vero, dobbiamo cambiare il partito e le persone che vi fanno parte, altrimenti si continua sempre a lamentasi, ma nuotando sempre nella stessa minestra. Facciamo dunque spazio a qualcuno di nuovo che ancora non ha avuto modo di dimostrare cosa potrebbe fare per il paese mentre vediamo di lasciare a casa quelli che, anno dopo anno, continuano a presentarsi con buoni propositi in periodo di elezioni, ma che poi rieletti in realtà non fanno assolutamente nulla per cambiare le cose. Largo al nuovo!!

  4. giorgio ha detto:

    questo comunicato stampa ha i soliti toni di bordero che parla lui di novità dopo che si accinge a stare per la terza volta nei banchi di minoranza
    Ma che novità siete caro bordero lei panteri zonfrillo maberino etc ?

  5. luca 83 ha detto:

    ma come mai se un pezzo di PDL va con Rossignotti diventa una lista politica invece Sivori che raccatta ex PDL ex PD ex socialisti è una lista civica?
    qialcuno lo sa?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>