Published On: Mar, Dic 5th, 2017

Concerto dedicato alla musica per cornamusa, giovedi 7 dicembre

Strumento affascinante e peculiare, la cornamusa da duemila anni ha il suo posto – meritatissimo – nel panorama degli strumenti musicali, assumendo nomi e caratteristiche differenti a seconda del paese e della cultura di insediamento. Questo posto non era affatto legato al Natale, ma riguardava tutta una cultura musicale, un ricco filone delle musica occidentale, se si pensa alla tradizione delle “Pastorali”: si pensi per esempio alla Sinfonia n° 6 di Ludwig van Beethoven, da lui battezzata “Pastorale”.
Tradizione irlandese, scozzese, francese, anche italiana: il repertorio per questo strumento è ricco e variegato. Che sia l’irlandese Uilleann Pipes o la Musette bourbonnaise della Francia centrale, la cornamusa, ogni volta, incanta con il suo timbro inconfondibile, velato di malinconia.

Ma a Natale è bello ascoltare storie e melodie: Racconti di cornamuse è un itinerario storico e musicale attraverso la musica irlandese, francese e del nord Italia con Fabio Rinaudo (Irish Uilleann Pipes, Musette del Morvan 14 pollici, Musette Bechonette 16 pollici, scottish lowland small pipes, Sordellina ligure ) e Claudio De Angeli (chitarra).

Appuntamento giovedì 7 dicembre – ore 21.00nell’Auditorium San FrancescoEvento organizzato dal Comune di Chiavari, Assessorato alla Cultura.

Nel mondo occidentale la cornamusa/zampogna è presente con certezza a partire dai tempi della antica Roma. Diventa poi  uno dei topos nella raffigurazione della  natività nell’ambito dell’arte figurativa a partire dall’alto medioevo sino ai nostri giorni. Nel Barocco Secentesco assume un ulteriore valore simbolico nell’ambito del movimento dell’Arcadia, al quale è caro il ritorno all’eleganza ed all’armonia delle forme classiche ricercate anche nella purezza del mondo pastorale , simbolo ed espressione della compiuta armonia della Natura.

La lezione-spettacolo vuole provare a dare  risposta alle diverse domande poste all’inizio raccontandone il suo percorso storico nella musica e nell’arte. Attraverso le parole, le immagini  e la musica si spera di poter  comunicare  un messaggio che possa essere spunto di riflessione  sul grande patrimonio legato alla  musica modale ed alla magia del bordone.