Published On: Gio, Lug 18th, 2013

Conferenza dei sindaci: ospedale di Sestri Levante, certezze dalla Asl4

Da mesi si rincorrono voci e comunicati tranquillizzanti sul futuro dell’ospedale di Sestri Levante, una megastruttura non utilizzata appieno sulla quale è indubbiamente in atto da tempo un ridimensionamento soft, il che sarebbe cosa giusta e utile se mantenesse i servizi complessivi riorganizzandoli meglio, riducendo gli sprechi etc.

Tocca oggi alla sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio chiedere garanzie certe sulla ristrutturazione non infelice della struttura. Si chiede certo un grande miglioramento a livello di comprensorio, senza focalizzarsi soltanto su una singola città, ma certo la struttura di Sestri va utilizzata bene e appieno. La Asl4 è comunque una struttura che funziona nel complesso positivamente, pur non raggiungendo l’eccellenza che oggi viene richiesta per alcuni reparti.

COMUNICATO COMUNE DI SESTRI LEVANTE

Il Sindaco di Sestri Levante chiede in Conferenza dei Sindaci garanzie sull’Ospedale di Sestri.
In sede di approvazione del Bilancio Consuntivo dell’Asl 4, il Sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio è intervenuta per chiedere garanzie e tempi certi per la piena attuazione del Piano di riorganizzazione dell’Asl 4 condiviso piu volte con i Comuni e in particolare per quanto riguarda l’ospedale di Sestri Levante, considerato un polo indispensabile per l’offerta sanitaria del Tigullio
“L’Ospedale di Sestri Levante è il polo ospedaliero che sta vivendo con maggiore intensità la riorganizzazione dell’offerta sanitaria, dopo l’apertura dell’Ospedale di Rapallo e i numerosi tagli di questi anni. Penso che nel nostro territorio si siano fatti notevoli sforzi per razionalizzare e tenere i conti in ordine. Ulteriori tagli ai trasferimenti pero’ difficilmente potranno essere sopportati dalla struttura ospedaliera di Sestri.
Ho rilevato nelle ultime settimane preoccupazioni da lavoratori e utenti per I trasferimenti dei reparti in corso, preoccupazioni rispetto ai tempi e agli esiti finali. Per questo penso che sia necessaria un’azione comune dei Sindaci del territorio, di confronto con Regione Liguria e Asl 4, per far si che il nostro sistema socio sanitario sia messo in condizione di raggiungere gli obiettivi gia condivisi, perché il piano di riorganizzazione dell’ospedale di Sestri, presentato anche al Consiglio Comunale, venga attuato senza ulteriori razionalizzazioni, così come deciso meno di due anni fa, con i tre poli ospedalieri, Lavagna, Sestri Levante, Rapallo.
Siamo giunti al limite, e vedo difficili altre ridimensionamenti che non penalizzino la nostra offerta sanitaria. Sull’Ospedale di Sestri chiedo inoltre garanzie ulteriori: sono in corso notevoli investimenti per le ristrutturazioni e accorpamenti di reparti, che però non possono far diminuire l’offerta sanitaria di questo Ospedale. Le temporanee riduzioni di posti letto per consentire i lavori di ristrutturazione, devono rapidamente cessare dopo il periodo estivo, per ripristinare la situazione presentata ai Comuni. La riorganizzazione deve andare avanti come presentata, con tutti i reparti previsti inclusa l’assegnazione di un medico responsabile alla Pneumologia, senza diminuire il numero di posti letto e rafforzando, come già scritto nel piano, anche le strumentazioni diagnostiche necessarie per garantire la sicurezza e l’efficienza dell’ospedale.

Ospedale di Sestri Levante

Ospedale di Sestri Levante

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Rino ha detto:

    Se non chiudono l’Ospedale di Sestri Levante come faranno in Regione a comperarsi le mutande ed ammenicoli vari? Certo solo
    con il risparmio della chiusura del nosocomio di Sestri! Chiedo,anzi che fare fare l’Ospedale di Rapallo si poteva e si deve preservare il Tribunale di Chiavari. Dopo la spesa di 14 milioni di Euro ognuno,da par suo vorrebbe che fosse riconvertito,a cosa non si sa,ma una cosa è certa che si andranno a spendere altri milioni di Euro. In mancanza di denaro,farà la fine della Fara?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>