Published On: Mar, Gen 31st, 2012

Consorzio per il turismo: Castiglione Chiavarese c’è

Ci sono anche gli operatori dell’alta Val Petronio al tavolo per costituire il consorzio del turismo di Sestri Levante. Durante i vari incontri per decidere le modalità di promozione e impostazione di questo nuovo strumento di rilancio turistico è emersa la necessità di creare un sistema integrato che all’offerta presente sulla costa sposasse anche la realtà dell’immediato entroterra. Cosa chiedono gli operatori della vallata, ma soprattutto, cosa offrono? “Quello che possiamo apportare è un valore aggiunto rispetto al mare – spiega Franca Ginocchio, titolare del bed and breakfast Fiume a Castiglione Chiavarese – la nostra è un’offerta diversa rispetto a quella degli hotel a quattro stelle, così come diverso è il nostro target di clientela, la possiamo fare molto di più per allargarlo ed attirare anche una fascia più elevata”. Colto, di estrazione non altissima e media disponibilità economica, appassionato d’arte, cucina e natura: ecco l’identikit del turista che predilige le piccole località dell’entroterra, a un passo dal mare ma anche dalla valle del biologico di Varese Ligure e dalle Cinque Terre.

E se è vero che il turismo funziona come una piramide, dove la punta è rappresentata dalla fascia più elevata di clientela mentre la base, quella solida, è costituita da una tipologia di turisti con potere di spesa medio-basso, ecco pronta l’offerta per tutte le tasche: turismo rurale con trekking, sentieri e percorsi in mountain bike; turismo religioso alla scoperta di chiese e santuari; turismo culturale ed enogastronomico. “Da anni offriamo la possibilità di accogliere i clienti in casa nostra, in una vera cucina ligure, proponendo svariati corsi e lezioni anche a stranieri – spiega Alberto Priarone, dell’agriturismo Il castagneto – reputiamo interessante anche puntare su almeno una iniziativa sul modello del mercatino dello scorso Natale a Bargone, esperienza vincente e che ha visto la partecipazione di tanti piccoli operatori”. L’appello ai colleghi titolari di aziende agricole e attività ricettive è unanime: collaborare tutti insieme per non farsi scappare questa occasione, ed investire per rendere ancor più curate, accoglienti e uniche le tante, piccole strutture presenti sul territorio.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>