Published On: Ven, Gen 15th, 2016

Coop Rapallo, ancora nulla di fatto per l’ampliamento

Si è concluso con un “no” di massima l’incontro di mercoledì sera fra l’amministrazione rapallese e gli esponenti dell’Associazione Commercianti di Rapallo e Zoagli, nuovo capitolo della laboriosa vicenda Coop. L’ampliamento, voluto dall’azienda sin dall’apertura del supermercato nello scorso mese di luglio, renderebbe sfruttabili i rimanenti spazi dell’ex concessionario Boggia espandendo così la metratura del negozio da 455 a 961 metri quadrati.

Parere negativo all’ampliamento sia da parte degli esponenti di maggioranza, nella persona di Eugenio Brasey (lista “Forza Rapallo“), il quale paventa una perdita di posti di lavoro quantificabile intorno alle 150 unità, sia da parte del consigliere di opposizione Giovanni Federico Solari (Movimento 5 Stelle), secondo il quale l’espansione del negozio sarebbe ridondante a fronte del già alto numero di  supermercati presenti sul territorio cittadino (le cifre presentate dall’opposizione parlano di 24 esercizi per circa trentamila abitanti) e porterebbe a un esacerbarsi della «desertificazione commerciale» dell’area di S. Anna. Ferocemente contrario anche il presidente Ascom Rocco Costanzo, che già agli inizi di novembre aveva minacciato cortei di piazza e una possibile occupazione del municipio in segno di protesta contro un’operazione a suo dire tesa a «uccidere» la piccola distribuzione.

Unico parere positivo finora quello dell’ex sindaco e consigliere regionale Armando Ezio Capurro, ora all’opposizione per il Partito Democratico. Non si è espresso per ora il sindaco Carlo Bagnasco, la cui opinione sarà verosimilmente resa nota al termine del ciclo di consultazioni, e così pure l’ex sindaco Giorgio Costa, il quale ha reso noto che si esprimerà soltanto in sede consiliare se e quando la discussione approderà in Consiglio.

Più pragmatiche le opinioni della cittadinanza, con diversi commenti a favore di soluzioni commerciali che possano portare a un risparmio per la clientela; più di un rapallese esprime infatti scetticismo verso le lamentele dei commercianti, facendo notare come la zona occupata dalla Coop fosse già in precedenza povera di attività commerciali e come queste fossero già poco competitive nei confronti dei supermercati in termini di orari d’apertura. Può darsi quindi che sia possibile, per venire incontro a esigenze diverse, una convivenza pacifica in cui alla convenienza della grande distribuzione si contrapponga la maggior qualità dei prodotti della piccola distribuzione.

La prossima audizione sull’argomento è fissata per Martedì 19 gennaio, con la presenza di Confesercenti; seguiranno poi le consultazioni con i comitati di quartiere.

La Coop di via Sciesa soggetta alla proposta di ampliamento

La Coop di via Sciesa soggetta alla proposta di ampliamento

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>