Published On: Sab, Lug 5th, 2014

Coordinamento Portofino-Santa-Rapallo: si va verso due aree del Tigullio

Come è verificabile nella storia geografica e geopolitica, vi sono due Tigulli alquanto distinti, e non è detto che la comune  e ormai prossima appartenenza all’area metropolitana di Genova E del Tigullio modifichi lo status quo.
Il Tigullio occidentale, da Portofino a Zoagli, ha una tradizione politica di centrodestra, con Santa Margherita comune più “border line”. Il Tigullio occidentale ha un’economia basata sul turismo medio-alto, e anche il suo commercio è legato al turismo.

Il turismo medio-alto sta crescendo anche nel Tigullio centro-orientale, se Lavagna rivedrà la sua ampia offerta alberghiera e la sua fascia costiera (Aurelia compresa) che va decisamente rifondata.
La cultura politica tra Chiavari e Moneglia è centrista, con un radicamento della sinistra più marcato a Sestri Levante (con Lavagna border line).
L’economia è più diversificata: commercio a Chiavari, portualità a Lavagna, turismo a Lavagna, Sestri e Moneglia, e piccola e media industria in val Petronio e Fontanabuona, oltre che a Sestri Levante.

Può essere che Chiavari riesca nel tentativo di essere il Comune capofila nei futuri bracci di ferro con Genova, ma il contesto locale resterà con questa doppia faccia.
Lo testimonia il coordinamento iniziato ieri a Santa Margherita tra i tre sindaci del Tigullio occidentale (qualcosa di simile si sta svolgendo anche più a Levante, in primo luogo tra Sestri e Chiavari, vero test per creare un’area omogenea e coordinata).
Ecco il comunicato emesso alla fine dell’incontro tra Donadoni, Bagnasco e D’Alia:

Primo incontro operativo tra i sindaci di Rapallo, Carlo Bagnasco, Santa Margherita Ligure, Paolo Donadoni, Portofino, Giorgio D’Alia. Alla luce di quanto promesso in campagna elettorale dai primi cittadini appena eletti, ossia la volontà di fare sistema e collaborare su argomenti d’interesse comprensoriale, oggi nel Municipio di Santa Margherita Ligure si è tenuta una prima riunione. Fra i temi affrontati:

 Pulizia del mare: un confronto sulla pulizia costiera del mare ha manifestato l’opportunità d’istituire un servizio comprensoriale, concordando l’organizzazione e dividendo le spese. In tema di campionamenti suppletivi obbligatori per il monitoraggio della qualità delle acque in merito all’attività crocieristica, sarà necessaria la partecipazione anche di Rapallo con una ripartizione proporzionale tra i tre Comuni.

 Viabilità e mobilità: tavolo di confronto con gli operatori nautici, gestori del servizio dei traghetti nel comprensorio, per ridurre ulteriormente il prezzo del biglietto per i residenti in modo da incentivare gli spostamenti via mare per collegare Portofino, Santa Margherita Ligure e Rapallo. Nell’ottica di una mobilità sempre più ecosostenibile, durante l’incontro si è parlato della possibilità di un potenziamento comprensoriale e coordinato del Bike Sharing.

Creazione e condivisione, da subito, di un Google Calendar dove ogni Comune scriverà i propri eventi con lo scopo di non accavallare le manifestazioni, nel rispetto delle reciproche feste patronali principali. Ogni amministrazione individuerà un referente per la compilazione del calendario. Ciò consentirà anche, a partire dal 2015, la realizzazione di un unico libretto comprensoriale a scopo informativo e promozionale.

Queste le dichiarazioni al termine dell’incontro:

Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo: «È stato un incontro storicamente importante che rappresenta un inizio ufficiale di un progetto comprensoriale. Come annunciato in campagna elettorale, questa riunione rappresenta un primo atto concreto di un cambio di modalità di lavoro, di una nuova politica e di gestioni dei rapporti con i Comuni limitrofi».

Paolo Donadoni, sindaco di Santa Margherita Ligure: «È stato un incontro proficuo, sia per sviluppare una visione d’insieme che per dimostrare concretezza operativa. Abbiamo lavorato sulla tutela del territorio a partire dalla mobilità sostenibile e sulla promozione turistica a partire dal coordinamento degli eventi, delineando linee guida in grado di tracciare un passo nuovo nei rapporti comprensoriali».

Giorgio D’Alia, sindaco di Portofino: «Questo primo incontro ufficiale è importantissimo perché dimostra un netto cambiamento di rotta rispetto al confronto che ci dev’essere tra cittadine limitrofe. Occorre risolvere, ove possibile, le problematiche in maniera unitaria soprattutto coordinandosi nei vari ambiti per migliorare l’offerta turistica e la qualità della vita dei residenti».

 Al tavolo erano seduti anche gli assessori di Rapallo Elisabetta Lai e Umberto Amoretti e il vicesindaco di Santa Margherita Ligure Emanuele Cozzio. I tre Sindaci hanno stabilito che gli incontri avranno una cadenza periodica. (Nella foto da sinistra Carlo Bagnasco, Paolo Donadoni, Giorgio D’Alia).
sindaci tigullio occidentale

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. carlo ha detto:

    Trovo strano che si riuniscano le amministrazioni dei Territori e non i Circoli Pd.
    Nel Territorio, “chi osserva chi”?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>