Published On: Ven, Ago 19th, 2016

“Corde Oblique”, sul lungomare appuntamento con Giua

Dal sito del Comune di Rapallo:

Tre appuntamenti con la musica di qualità e la canzone d’autore italiana: “Corde Oblique” è il titolo della rassegna che riunisce artisti di caratura nazionale che hanno in comune le loro origini liguri e l’uso sapiente degli strumenti a corda (la chitarra, il violoncello, il basso, la voce stessa). Giua e Federico Sirianni, Armando Corsi, gli Gnu Quartet e Roberta Alloisio hanno spesso intrecciato le loro carriere in diversi progetti musicali di alto livello che li hanno fatti apprezzare in tutta Italia.

Giua nasce artisticamente grazie al Maestro Armando Corsi, che conobbe all’età di quindici anni e che le instillò la passione per la musica latina e le sonorità carioca; Federico Sirianni, collabora con Giua, con la quale condivide la stessa città d’origine, Rapallo; Sirianni e gli Gnu Quartet collaborano con Corsi in diverse occasioni; Roberta Alloisio, cantante raffinata e Premio Tenco 2010, collabora con gli Gnu e Sirianni in diversi progetti teatrali e porta sui palchi di tutta Italia la canzone della nostra terra, accompagnata dalla chitarra del maestro Corsi. I loro “intrecci” artistici li rendono sempre affiatati con qualsiasi genere musicale si confrontino: dal jazz alla bossa nova, dalla classica al rock progressive, alla canzone d’autore italiana.

GIUA

Venerdì 19 agosto – ore 21,30
Lungomare Vittorio Veneto

Il tour della cantautrice Giua porterà nei teatri e nelle rassegne italiane più importanti le canzoni del nuovo disco E improvvisamente uscito per Egea a gennaio 2016: un concerto che svelerà le sonorità e i temi di un lavoro che riparte da quello precedente – il doppio cd TrE realizzato col chitarrista Armando Corsi, con un’anima decisamente latina – per intraprendere un viaggio che dal Mediterraneo volge verso l’America del Nord e le sue sonorità più acustiche, passando attraverso il jazz e la contaminazione di vari  linguaggi. I brani di E improvvisamente si mescoleranno con quelli più conosciuti del repertorio della cantautrice, come Petali e Mirto, Gru di Palude e Totem e tabù, per un concerto intenso e avvolgente affidato alla chitarra e alla voce di Giua.

Chitarrista, cantautrice e pittrice, ha iniziato giovanissima la sua carriera musicale, per cui ha ricevuto numerosi riconoscimenti (Premio Lunezia, Festival di Castrocaro, Premio Recanati, Mantova Musica Festival). Nel 2008 è stata finalista al Festival  di  Sanremo e ha pubblicato il suo primo album GIUA per SonyABmg, prodotto da Beppe Quirici e Adele Di Palma. Raffinata interprete di Fabrizio De André, Bindi, Lauzi, Gaber, De Gregori, ha collaborato con artisti importanti (Avion Travel, Armando Corsi – di cui è stata allieva –, Riccardo Tesi, Adriana Calcanhotto, Pippo Pollina, per citarne alcuni), ha partecipato a festival nazionali e internazionali e ha portato avanti collaborazioni teatrali come autrice delle musiche e interprete in scena (Festival dei due mondi di Spoleto, Barnasants Festival di Barcellona, Teatro della Tosse, Teatro Stabile e Teatro dell’Archivolto di Genova).

Nel 2012 ha pubblicato TrE, il suo secondo  lavoro  discografico  in collaborazione con il chitarrista Armando Corsi, un doppio cd con ospiti importanti: Jaques Morelenbaum, Oscar Prudente, Riccardo Tesi, Mario Arcari. Nel 2014 è stata tra le fondatrici del Coro Popolare della Maddalena, una corale multietnica costituita dagli abitanti dell’omonimo sestiere genovese. Nel 2015 ha fatto parte dello spettacolo “Quello che non ho” con Neri Marcoré in tournée per i più bei teatri italiani. Ha appena pubblicato il suo quarto album E improvvisamente.

A3 Corde Oblique

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>