Published On: Lun, Ott 12th, 2015

Corteo contro IREN e il sindaco: “Doria sei come Marino a Roma”

Duro corteo dei lavoratori degli appalti pubblici a Genova, terminato sotto palazzo Tursi (chiuso, non solo per questa occasione: a 100 metri dalla sede comunale si spaccia, c’è prostituzione, c’è illegalità).
“Doria sei come Marino a Roma”, gridavano gli operai che hanno bloccato prima lo stabilimento delle Gavette e poi sono riusciti a farsi ricevere dall’assessore Emanuele Piazza in Comune.
Uno striscione alla testa del corteo metteva le cose in chiaro sugli obiettivi dei lavoratori:

“Doria soldatino agli ordini di Iren”. La lotta è contro gli appalti al massimo ribasso, in cui l’unica azienda vincitrice è il colosso “politico” IREN. In questo quadro le altre aziende licenziano, abbassano gli stipendi, chiudono. Per i lavoratori del settore serve la clausola sociale per mantenere i livelli di lavoratori attuale -circa duecento persone.
La lotta ribadisce il difficile contesto in cui opera il sindaco “debole” Doria, e la cattiva fama che Iren sta ottenendo sia a Genova sia nel Tigullio, dove la scelta dell’appalto a Iren per il depuratore è contestata persino dalle mosche che volano sull’Entella.
IREN_RINNOVABILI

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>