Published On: Gio, Lug 18th, 2019

Cosa aspettarci dalle stagioni di Genoa e Sampdoria

Nell’ultimo campionato, Genoa e Sampdoria si sono rese protagoniste di due percorsi diametralmente opposti tra loro. Mentre i blucerchiati, grazie anche alla incredibile vena realizzativa di Fabio Quagliarella, sino a poche giornate dalla fine avevano sperato di poter saltare sul treno che portava in Europa, il Genoa aveva seriamente rischiato la retrocessione ed aveva conquistato la salvezza solo all’ultima giornata, nella partita contro la Fiorentina terminata in pareggio.

Le sensazioni in casa Samp

Dopo aver disputato un buon campionato, per la Sampdoria, la stagione 2019-2020 rappresenterà l’inizio di un nuovo percorso. Dopo tre anni sulla panchina dei blucerchiati, nel prossimo campionato, Marco Giampaolo sarà alla guida del Milan e sarà chiamato a dimostrare di essere un allenatore in grado di fare la differenza anche in un top team. La scelta su chi dovesse ricoprire il ruolo di allenatore dopo la partenza del tecnico abruzzese è così ricaduta su Eusebio Di Francesco. Il tecnico pescarese, dopo due stagioni e mezzo tra alti e bassi alla guida della Roma, come raccontato anche da Sport Mediaset, ha deciso di sposare il progetto tecnico del presidente Ferrero e pare intenzionato a puntare con decisione alla zona Europa. Dal mercato, nel frattempo, giungono segnali incoraggianti. Mentre il partente Andersen è stato immediatamente sostituito con Murillo, che già conosce il campionato italiano in quanto ex Inter, sembra sfumato il trasferimento di Dennis Praet al Milan. Di Francesco potrà quindi fare affidamento sulla quasi totalità degli uomini che tanto bene hanno fatto nella passata stagione, a partire da Fabio Quagliarella. Al bomber campano, che secondo le scommesse Betfair è nuovamente tra i favoriti per la vittoria del titolo di capocannoniere, saranno quindi affidate le chiavi dell’attacco dei blucerchiati anche se, rispetto alle passate stagioni, sembra che Di Francesco opterà per un tridente.

La voglia di riscatto del Grifone

Per il Genoa, invece, come accade da più di qualche anno a questa parte, è stata una stagione tutt’altro che positiva. Eppure, il campionato dei rossoblu era iniziato tra i migliori presupposti. Nelle prime giornate, trascinato dalle reti di Piątek, il Genoa aveva conquistato senza troppe difficoltà la parte sinistra della classifica e si era sensibilmente avvantaggiato sulle squadre invischiate nella lotta per non retrocedere. A partire dal mese di febbraio, tuttavia, vuoi per la partenza di Piątek, vuoi per qualche problema fisico di troppo, vuoi per un calo motivazionale e vuoi per l’accelerata generale delle ultime della classe, il Grifone è stato risucchiato nella lotta salvezza. Dopo aver temuto il peggio, i rossoblu, grazie al pareggio esterno contro la Fiorentina, sono tuttavia riusciti a conquistare la tanto agognata permanenza in Serie A. Ciò non ha impedito che prendesse nuovo vigore la contestazione nei confronti della gestione Preziosi, ormai sempre più criticata. In queste ultime settimane, tuttavia, la società ha dimostrato di essere intenzionata a fare bene e dopo essersi assicurata le prestazioni sportive di mister Aurelio Andreazzoli, sono arrivati i giovani Pinamonti e Barreca, oltre ai più esperti Romulo e Zapata.

Manca poco all’inizio della nuova stagione di Serie A e non vediamo l’ora di scoprire quali traguardi saranno in grado di raggiungere Samp e Genoa. L’augurio, da parte nostra, è che entrambe le società possano ottenere i risultati sperati e che, soprattutto, possano far divertire i propri tifosi.