Published On: Sab, Mar 14th, 2020

Covid-19: l’Europa sbaglia, siamo nel Medioevo digitale. Perché in Asia hanno risolto l’epidemia

Le tre T che hanno risolto il coronavirus in Corea, Taiwan, Cina, Singapore…: 1. Tracciamento;
2. Tamponi a domicilio e a decine di migliaia, per i tracciati con contatti con infetti (no ospedali intasati);
3. Trattamento dell’infezione.

Tracciamento e tamponi permettono di intercettare anche gli asintomatici, vero e grande problema (perché sono il fulcro dell’epidemia, essendo portatori “sani”).
Noi siamo al Medio Evo digitale, con la umiliante barzelletta del “modulo ministeriale cartaceo” autocertificante, e con l’arresto a domicilio alla Franceschiello, un classico fascistoide.
Abbiamo il più alto numero di telefonini al mondo, e li usiamo soprattutto per giocarci.

Da notare gli pseudo liberali, che non vogliono il tracciamento per “salvaguardare la privacy”, così che siamo arrivati al domicilio coatto di massa…
Da notare gli pseudo “competenti” della Direzione Sanitaria che NON hanno voluto i tamponi di massa (né quelli focalizzati grazie ai tracciamenti negli hotspot, come in Sudest Asia) e consigliano cose alchimistiche come la “distanza di un metro almeno” (al chiuso però sono 4,5 metri, e non lo dicono), o col loro “La mascherina non serve” forse perché non ce ne sono e non abbiamo nemmeno una fabbrica nazionale di questo presidio anti epidemico.

Noi abbiamo il modulo di carta con autodichiarazione alla Francewschiello. In Cina hanno una semplice App per il tracciamento via cellulare, per la quale bastano un secondo e un paio di neuroni.

Della politica non parlo più: cattolichistica e fasciosovietica, ci ha portato al collasso degli ospedali e dell’economia, alla prigionia barzellettistica, all’ignoranza di massa.
Non parlo più neanche di noi: popolo di buoi che si credono ghepardi. Non avremo più nemmeno un Manzoni per raccontare questa moderna peste, né tantomeno un Camus, ma solo un qualche homunculus pieno di risentimeno che fa la guida alpina dirigendo la massa verso tutti i burroni della montagna.
Il sonno della ragione genera mostri“…