Published On: Mer, Mar 8th, 2017

Cresce l’export della meccanica ligure in Russia (+14%). Si spera nel turismo

Dati in controtendenza e positivi dell’export ligure verso la Russia con +14,7% a settembre 2016 e il ritorno dei russi con grande interesse per la Liguria come documenta Giulio Gargiullo esperto di business online e digital marketing con la Russia.

Nell’ambito del seminario “Italia-Russia, l’arte dell’innovazione” si è evidenziato come l’export dalla Liguria alla Russia nei primi mesi del 2017 sia cresciuto sensibilmente, del +14,7% a settembre 2016, rispetto l’anno precedente.
Come sottolineato durante l’evento il dato evidentemente positivo mostra possibilità ancora più grandi per il territorio ligure con le enormi potenzialità in ambito tecnologico, soprattutto per quel concerne la meccanica di precisione e le apparecchiature, grazie ad una cantieristica sempre più specializzata in tal senso. Come ha evidenziato inoltre il presidente di Banca Intesa Russia e dell’ Associazione Conoscere Eurasia Antonio Fallico il turismo dalla Russia in Liguria è in aumento, ma ancora molto da sviluppare e quindi in buona parte “inespresso”.

Giulio Gargiullo Online Marketing Manager -da più di dieci anni fra Italia e Russia- commenta così gli ultimi dati relativi al business russo legato alla Liguria: “Oggi grazie al web ed in particolare grazie al digital marketing è possibile attrarre nuovi clienti e business sia vendendo in Russia, ma anche accogliendo i clienti russi direttamente in Liguria, sia per quel che riguarda il turismo, ma anche per attrarre investitori e nuovi clienti verso le aziende, direttamente sul territorio. E’ fondamentale legare il territorio con l’expertise, la professionalità e le bellezze del territorio ligure”.
Secondo i dati Camera di commercio di Genova: “chiude il 2016 a oltre -13% sull’anno precedente. Bene invece la voce “macchinari e apparecchiature” (+28,3% e un valore di 34mln di euro) e in crescita anche il comparto bevande e abbigliamento. Perdono leggermente terreno i prodotti chimici (-4,3% a 18,2mln di euro)”.

 Il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, nell’ambito di “Italia-Russia, l’arte dell’innovazione” tenutosi nei giorni scorsi a Genova, ha affermato che: “il 2017, in particolare, abbiamo stanziato 517mila euro per una serie di interventi e misure tra cui anche la valorizzazione del brand Liguria, attraverso la partecipazione a fiere ed eventi mirati “.

Conclude Giulio Gargiullo Online Marketing Manager fra Italia e Russia: “ E’ inoltre importante ragionare con l’approccio del “Made with Russia” o “Made with Italy” per investire direttamente sul territorio della Federazione Russa. Ci sono molte opportunità legate a investimenti: le zone economiche speciali (ZES) che presentano incentivi con agevolazioni, esenzioni, corporazioni per lo sviluppo e parchi industriali e tasse sul personale che vanno dal 30% al 15%. La Federazione Russa sta molto spingendo giustamente molto per attrarre investimenti dall’estero per sviluppare l’economia interna del Paese.

Super Yacht di Melnichenko