Published On: Mar, Mar 25th, 2014

Critiche di Futuro per Sestri su Fondazione Mediaterraneo: Conflitto di interessi

Riceviamo e pubblichiamo un Comunicato di Futuro per Sestri (gruppo consiliare, Albino Armanino) sulla Fondazione Mediaterraneo. La critica si muove su un punto già evidenziato (le attività industriale vanno altrove), cui l’Amministrazione ha replicato che gli uffici -in attesa di crescita- possono stare nella sede della Mediaterraneo. Il secondo punto  riguarda un’ipotesi di conflitto di interessi.

COMUNICATO
Il Comune di Sestri Levante, per sentirsi al passo con i tempi, ha deciso di aprire un polo tecnologico all’avanguardia. Fin qui nulla da eccepire, ma qual è la sua ubicazione? L’ex Convento dell’Annunziata e palazzo Negrotto Cambiaso nella Baia di Portobello cioè uno dei posti più belli e suggestivi della Liguria e non solo, anche d’Italia, come è stato recentemente segnalato da Tripadvisor il quale ha collocato la Baia del Silenzio al quinto posto della classifica delle più belle baie d’Italia.

Ma l’amministrazione locale cosa fa? Destina due degli edifici di maggiore pregio di suddetta baia al Polo Tecnologico il quale, sempre a detta dell’amministrazione favorito da questa suggestiva collocazione dovrebbe avere più visibilità e pertanto creare più posti di lavoro.
FUTURO PER SESTRI si chiede già da tempo (vedi conferenza stampa del mese di Gennaio) se questo polo tecnologico non possa trovare un’altra collocazione forse anche meglio raggiungibile, dotata di spazi e parcheggi ma soprattutto si chiede perché l’ ex Convento non possa essere destinato ad un uso più consono alla sua meravigliosa posizione. Un uso che abbia a che fare con il turismo e che pertanto faccia da volano a tutta la città e non solo ad un ambito ristretto come quello scelto, anche se di tutto rispetto. Sestri Levante non ha bisogno di una Silicon Bay o meglio ha bisogno di aziende tecnologiche all’avanguardia ma non necessariamente locate in quest’area (va benissimo più semplicemente una Silicon Balicca o una Silicon Ragone).
Relativamente al metodo adottato per la scelta delle aziende da insediare, F UTURO PER SESTRI inoltre non ha ben chiaro il motivo per cui I’assegnazione degli spazi del complesso immobiliare Negrotto Cambiaso/Annunziata non sia stata fatta con un Bando Pubblico e comunque ritiene non idonei sia il termine di soli 14 giorni per la presentazione delle domande sia la scarsa pubblicità data all’evento in quanto non assicurano la massima partecipazione alla procedura e quindi la piu’
proficua utilizzazione dei beni di proprietà comunale oggetto di concessione per non parlare del fatto che è ancora la FONDAZIONE MEDIATERRANEO, data in liquidazione fin dal Gennaio 2014 secondo le dichiarazioni del Sindaco Valentina Ghio, a gestire in questi giorni i contratti con le nuove ditte.
Infine, anche ad una analisi non approfondita le ditte prescelte non paiono essere poi così innovative e portatrici di nuovi posti di lavoro, come ampiamente proclamato da questa Amministrazione. Tecnoriva s.a.s., g ià presente da molti anni sul territorio comunale è, una attività a vocazione prettamente industriale, Campolabs è per ora una ditta pressocché individuale mentre Sedapta S.r.l., f orse una delle aziende più nuove insediatesi nella Baia, ha come dipendenti alcuni ex impiegati di Exact Learning Solutions, già presente presso l’ Ex Convento e poi trasferita a Genova.
Pare inoltre che chi ha registrato il dominio internet Sedapta.it , con funzioni di amministratore dello stesso, sia una persona che a nostro parere potrebbe fare insorgere un conflitto d’interessi.
fondazione mediaterraneo 2

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>