Published On: Ven, Mar 29th, 2013

Crociere: affondano nel Tigullio, si trasferiscono alle Cinque Terre

I dati sono indicativi: mentre nel Tigullio, complici i deliranti turboburocrati di Roma che hanno di fatto disincentivato i già difficili approdi, le crociere sono in disarmo o comunque in calo, La Spezia sta diventando capitale delle crociere di tutto il Mediterraneo, complice il lancio planetario del brand delle Cinque Terre (e di Portovenere, Lerici…).
Le basi per il lancio di un business sono sempre le stesse: la creazione di infrastrutture serie e comode. Nel porto di La Spezia si sono creati nuove aree e piazzali per 45.000 metri quadrati di superficie e circa un chilometro di nuove banchine utili all’accosto delle navi da crociera. Questo è quanto ruota attorno al Molo Garibaldi, inaugurato nel porto mercantile di La Spezia. La struttura – sulla quale il 7 aprile prossimo attraccherà la prima nave da crociera, la Costa Classica – ha consentito di dotare il porto della Spezia di una banchina a disposizione delle navi passeggeri che fino ad oggi potevano sostare solo in rada.

Come replicheranno il Tigullio e Santa Margherita, Rapallo e Portofino, principali beneficiarie dello shopping dei turisti stranieri delle navi che d’estate accostavano quasi ogni giorno al promontorio, da dove poi sbarcavano i turisti coi tender? Sarebbe l’addio a molti turisti, alcuni dei quali arrivavano su splendidi velieri da crociera, come il Club Med2.

Club Med 2

Club Med 2

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>