Published On: Gio, Mag 14th, 2020

Da ItaliaViva le priorità per Chiavari

La comunità di ItaliaViva Chiavari indica un piano di agevolazioni per venire incontro ai settori più colpiti – quali il commercio, artigianato e turismo che vedono la propria attività sospesa da ormai più due mesi e su cui grava uno scenario futuro, locale e nazionale, caratterizzato da diverse incertezze. In particolare:

  • la sospensione per le attività ricettive alberghiere ed extra-alberghiere dell’applicazione della tassa di soggiorno a partire dalla data del 15 maggio2020 e per il tutto il 2020.
  • esenzione dal pagamento della Tari per il periodo di fermo attività a favore di quelle attività commerciali e artigianali e/o la creazione di un fondo di ristoro del pagamento;
  • forme di sostegno delle attività di ristorazione e somministrazione:
  • esenzione dal pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico (Tosap) per il periodo estivo, con l’occupazione non onerosa di spazi esterni ai locali per collocarvi tavolini o dehors.

ItaliaViva propone inoltre di avviare una discussione sulle problematiche fondamentali per lo sviluppo della città:
– Stato delle proposte di costruzione di nuovo depuratore;
– Definizione di un progetto di utilizzo futuro dell’area di colmata compresa la sistemazione dell’area di piscina;
Profilare e organizzare Chiavari come città degli studi, in riferimento soprattutto al significativo numero di studenti provenienti dal territorio circostante e alla loro necessità di rimanere parecchie ore sul territorio cittadino;
; Discussione della funzione e della sistemazione urbanistica della zona di Preli dove insiste il depuratore.

Foto credit: Darko Perrone