Published On: Lun, Mar 10th, 2014

De Marchi tira le orecchie, dopo una polemichetta su Donadoni

Tirata di orecchie del sindaco De Marchi a tutti gli attori della campagna elettorale. Si tratta di un corretto richiamo alla moderazione: il metodo dell’insulto nei confronti dell’altro non è più sopportabile e squalifica innanzitutto chi si comporta così, anche in un clima barbaro, in cui il populismo, la demagogia e la violenza verbale sono glorificate da elettori ignoranti e sprovveduti (ce ne sono, ce ne sono…).
De Marchi aveva ricevuto a sua volta una tirata di orecchie, in relazione alla lista “giovane” del candidato avvocato Donadoni, che sarebbe collegata a quella del sindaco uscente.
Dichiara De Marchi:

“Spero che la prossima sia una campagna elettorale corretta, rispettosa dei candidati ma anche dei fatti qualora questi vengano chiamati in causa”. Il riferimento del Sindaco Roberto De Marchi, che nelle settimane scorse ha annunciato di non ricandidarsi, è ad alcune voci provenienti da ambienti politici sulla nuova passeggiata in fregio alla diga foranea. 

 “So che c’è chi fa cattiva informazione tra i cittadini, dicendo che avremmo potuto destinare i fondi di quest’opera, finanziata dal Provveditorato alle opere marittime,  ad altri interventi in corso come la riparazione della passeggiata a sbalzo di Paraggi, a carico del Comune.  Parliamo di risorse che potevano essere destinate solo a opere infrastrutturali in ambito portuale, non dislocate a piacimento sul territorio comunale, e credo che per chi ambisce a governare la città questo dovrebbe essere l’abc della pubblica amministrazione”. 

 “Rinnovo l’invito a rispettare maggiormente i cittadini e il loro diritto a non essere male informati. Il mio passo indietro dovrebbe agevolare tutte le forze in campo a valutare con serenità  il lavoro svolto in questi anni e a lasciarsi già ora alle spalle polemiche artefatte come questa”.

Elisabetta Lai (Civ e Ascom Rapallo-Zoagli), coi sindaci Costa e De Marchi

Elisabetta Lai (Civ e Ascom Rapallo-Zoagli), coi sindaci Costa e De Marchi

 

Displaying 8 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    Il Fatto che parla di populismo? Interessante caso di autoreferenzialità? Ah, saperlo!

  2. Cavallo Pazzo ha detto:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/31/populismo-cari-politici-imparate-il-senso-delle-parole-che-pronunciate/762407/ Non è mai troppo tardi per ampliare la propria cultura.

    Dispiace dover anche far notare che una proposizione così costruita “Si tratta di un corretto richiamo alla moderazione: il metodo dell’insulto nei confronti dell’altro non è più sopportabile e squalifica innanzitutto chi si comporta così..” non lascia dubbio alcuno all’intento di specificare che la non-moderazione sia, in questo caso, il metodo dell’insulto. E’, l’italiano, lingua perfetta. Grazie. Saluti.

  3. Gatto nero ha detto:

    Ah Danilo,impara a scrivere. Di ” redicole ” e manco di
    ” raggazine ” in redazione,almeno credo,che non ce ne siano! Se poi questa redazione ti fa ridere cosa leggi a fare i commenti? E ricordati,invece,che il riso (non la pianta) fa buon sangue! Ora capisco,li leggi come antidepressivo.

  4. danilo ha detto:

    A voi in REDAZIONE Quante raggazine ci sono in redazione???con le vostre,redicole, parole da decifrare? fate proprio ridere

  5. Redazione ha detto:

    “Populismo” nel lessico giornalistico e politico italiano ha connotazione negativa. In questo contesto ancora di più. Infine, nessun populista si sente o dichiara tale, anche se di “populisti” (tristi) ce ne sono a josa. Criticare i populismi, inoltre, è (ancora) lecito. Criticare chi critica è un esercizio persino commendevole, anche se un pochino lezioso (non populista).

  6. Redazione ha detto:

    “Richiamo alla moderazione” per evitare il ricorso al “metodo dell’insulto”. Nel titolo è scritto “tirata di orecchie”, non sberle verbali. Basta leggere e capire.

  7. Cavallo Pazzo ha detto:

    Anche qui un articolo con un preambolo inutile. Più che inutile direi fuorviante. Chi ha insultato chi? Nelle dichiarazioni del sindaco De Marchi non leggo riferimenti ad insulti. Nemmeno credo che qualcuno della lista Donadoni possa aver insultato qualcuno.
    Forse qui non si perde occasione di tentare di catechizzare i lettori verso una messa all’indice di chi difende il popolo. “Populismo” non è termine negativo, informatevi. E tanto meno potete dare degli ignoranti agli elettori che votano per i cosiddetti populisti. E’ fare informazione? Questo??

  8. ALIFAX ha detto:

    GRAZIE A DIO DE MARCHI HA FATTO IL SUO TEMPO, PERCHè NON COGLIE L’OCCASIONE DI TACERE?

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>