Published On: Gio, Dic 20th, 2012

Debiti fuori bilancio, regolamenti e interpellanze: Consiglio Comunale in diretta dalle ore 18

Sala-consigliare-Rapallo-Version-21RAPALLO. Salvo ulte­riori defe­zioni sarà il Con­si­gliere anziano PDL Carlo Bagna­sco a pre­sie­dere la seduta odierna del Con­si­glio comu­nale di Rapallo. Pres­so­ché certa infatti l’assenza di Armando Ezio Capurro impe­gnato oggi in una lunga mara­tona in Con­si­glio regionale.

Sarà cru­ciale la conta dei pre­senti per veri­fi­care il numero legale. Sol­tanto all’appello (ore 18 circa) si potrà infatti con­sta­tare se l’assenza del Pre­si­dente del Con­si­glio, di Pier Gior­gio Bri­gati (impe­gnato a Roma per un incon­tro sin­da­cale) e di altri even­tuali Con­si­glieri garan­tirà il rego­lare avvio dei lavori o si dovrà pro­ce­dere ad un rin­vio della seduta.

La reda­zione di Tigul­lio News seguirà il Con­si­glio comu­nale in diretta (auspi­cando non si veri­fi­chino dis­ser­vizi tec­nici) in cui Giunta e Con­si­glieri saranno chia­mati a dibat­tere il seguente Ordine del Giorno:

  1. Nomina nuovo com­po­nente Com­mis­sione Con­sii­liare Per­ma­nente 2° Affari atti­nenti l’organizzazione.
  2. Rico­no­sci­mento debiti fuori bilan­cio — Ripar­ti­zione III — Ex art 194 — D. Lgs 267/2000.
  3. Rico­no­sci­mento debiti fuori bilan­cio — Uffi­cio contenzioso.
  4. Rico­no­sci­mento debiti fuori bilan­cio in favore della Pro­vin­cia di Genova rela­ti­va­mente al con­tratto di tra­sporto pub­blico locale — Riva­lu­ta­zione anni 2006–2010.
  5. Acqui­si­zione in pro­prietà ter­reno sito in Rapallo con accesso da Via Betti — Prov­ve­di­menti con­se­guenti ed approvazione.
  6. Rego­la­mento comu­nale per la disci­plina dei contratti.
  7. Appro­va­zione del rego­la­mento comu­nale per la disci­plina dei con­trolli interni.
  8. Modi­fi­che al rego­la­mento comu­nale delle con­ces­sioni cimi­te­riali, appro­vato con deli­bera C.C. N.257 del 9 Giu­gno 2006 ES.M.EI.
  9. Inter­pel­lanza: Stato di repe­ri­mento fondi europei.
  10. Inter­pel­lanza: Uti­lizzo denaro pub­blico per risol­vere pro­blemi essen­ziali a Rapallo.
  11. Inter­pel­lanza: Rea­liz­za­zione di un cen­tro dedi­cato al disa­gio psichico.

Segui il Con­si­glio comu­nale in diretta (a par­tire dalle ore 18)

Ore 20.31 

La deli­bera viene appro­vata, per appello nomi­nale. con la sola asten­sione di Glo­ria Bar­betta. Assenti alla vota­zione i Con­si­glieri Bagna­sco e Gam­bero (usciti pre­ce­den­te­mente dall’aula). Prima di chiu­dere la seduta, il Pre­si­dente vica­rio Giu­dice cede la parola al Sin­daco per gli auguri di Natale alla cittadinanza. Costa ricorda a tutti i Con­si­glieri di pas­sare dal segre­ta­rio per devol­vere i 20 Euro al fondo pro studenti.

Ore 20.22

Secondo Anto­nella Cer­chi prima di pen­sare alle strut­ture alber­ghiere occorre ripor­tare i turi­sti. “Non pos­siamo deci­dere, come classe ammi­ni­stra­tiva, di bloc­care le atti­vità impren­di­to­riali. Ritengo si debba pro­ce­dere ad una dif­fe­rente ana­lisi del sistema turi­stico locale. In qua­lità di capo­gruppo voterò a favore, anche se a titolo per­so­nale sono contraria”.

Glo­ria Bar­betta annun­cia la sua asten­sione (ho rice­vuto solo ieri la pra­tica che, a quanto pare, pre­senta vizi di forma).

Ore 20.11

Nono­stante il Con­si­glio di Stato abbia san­cito la non appli­ca­bi­lità della legge regio­nale agli alber­ghetti di Via Gram­sci, per­man­gono la tutela ed il vin­colo alber­ghiero gra­zie al vec­chioPRG del 1986.
La società Metro­po­lis, pro­prie­ta­ria degli alber­ghi, reputa anti­e­co­no­mico adi­bire le strut­ture ad esclu­sivo uti­lizzo alber­ghiero. A soste­gno della tesi, Metro­po­lis ha pro­dotto una peri­zia esti­ma­tiva con­te­stata dal Comune.

Zero reputa ecces­sivi i 6,7 milioni di Euro sti­mati per le opere di ristrut­tu­ra­zione, ritiene sot­to­sti­mati il com­puto metrico ed il cal­colo delle camere (48 secondo Metro­po­lis, fino a 71 per la Pro­vin­cia), inol­tre la peri­zia pre­sen­tata non tiene in con­si­de­ra­zione i pos­si­bili aumenti volu­me­trici di cui potreb­bero bene­fi­ciare le strut­ture (vani di ser­vi­zio, locali tec­nici o adi­biti a spa e fitness).

Cam­po­do­nico apprezza la deli­bera poi­ché pro­se­gue nel solco trac­ciato dalla su (pre­ce­dente) ammi­ni­stra­zione. “Non posso tut­ta­via non notare un netto ritardo, la pra­tica è stata pre­sen­tata in extre­mis dopo che i miei appelli sono caduti nel vuoto per sei mesi”.

Ore 19.49

Il Con­si­glio si avvia verso la con­clu­sione. L’assessore Mas­simo Zero illu­stra l’ultimo punto all’ordine del giorno riguar­dante gli alber­ghetti di Via Gramsci

Ore 19.46

Bar­betta porta avanti il suo cavallo di bat­ta­glia: “a che punto siamo con la rea­liz­za­zione del cen­tro di assi­stenza pe le per­sone affette da disa­gio psi­chico pro­messo in cam­pa­gna elettorale?”

Replica il vice­sin­daco Alongi: il 10 otto­bre si è svolto un incon­tro con il Dott. Rebo­lini e i rap­pre­sen­tanti delle fami­glie. E’ stato chie­sto uno spor­tello diurno prov­vi­so­rio (che sarà atti­vato nei primi mesi del 2013 presso l’attuale sede della Con­sulta del Volon­ta­riato)  in attesa della rea­liz­za­zione di un cen­tro appo­sito presso l’ex resi­denza pro­tetta Casta­gneto. Si tratta di un pro­getto ad ampio respiro che sta andando avanti. Il Casta­gneto — pre­cisa alongi — non è di pro­prietà del Comune di Rapallo.

Oltre allo spor­tello ed al cen­tro diurno ci sono nume­rosi altri pro­getti in favore dei pazienti che sof­frono di disagi psi­chici. Esi­ste­vano già con il pre­ce­dente asses­sore Cor­rado Casta­gneto e gli uffici con­ti­nuano a por­tarli avanti silenziosamente

Ore 19.37

“Sono stati sei mesi di immo­bi­lità in campo sociale — afferma Glo­ria Bar­betta — solo da quando sono pas­sata in mino­ranza sem­bra che ci si sia dati una sve­gliata”.  Per la neo con­si­gliere di oppo­si­zione il pro­gramma trien­nale delle opere pub­bli­che non guarda al sociale ed è saturo di spese super­flue in periodo di crisi eco­no­mica e spen­ding review.

Replica il Sin­daco Costa pre­ci­sando che l’Amministrazione sta ope­rando effi­ca­cie­mente: “Siamo il Comune più sociale che esi­sta, nes­sun altro comune ha fatto altrettanto”.

Ore 19.28

Cer­chi chiede quali siano gli indi­rizzi poli­tici dell’Amministrazione in mate­ria di repe­ri­mento ed uti­lizzo dei fondi Euro­pei. “La mia inter­pel­lanza vuole essere uno sti­molo alla rea­liz­za­zione di nuovi pro­getti — afferma Cer­chi — e un incen­tivo per l’imprenditoria e lo svi­luppo eco­no­mico della città”.

Replica l’Assessore pre­po­sto Gual­tiero Di Carlo: “per potere acce­dere ai finan­zia­menti occor­rono pro­getti pre­li­mi­nari, biso­gna quindi farsi tro­vare pre­pa­rati quando esce il bando. Gli uffici lavo­rano benissimo”.

Ore 19.21

Tutti i cit­ta­dini bene­me­riti di Rapallo legati al ter­ri­to­rio fra­zio­nale potranno essere tumu­lati nei cimi­teri frazionali. Modificato l’articolo 15 del rego­la­mento comu­nale delle con­ces­sioni cimiteriali

Ore 19.18

Appro­vati all’unanimità il nuovo rego­la­mento comu­nale per la disci­plina dei con­tratti e quello per la disci­plina dei con­trolli interni.

Ore 18.55

Il Comune acqui­si­sce il ter­reno di Via Betti su cui sorge la pale­stra di scherma rapal­lese. Il costo sarà ammor­tiz­zato in cinque anni

Ore 18.53

Il Con­si­glio approva il rico­no­sci­mento di 3 debiti fuori bilan­cio. Si tratta di 7863 Euro per opere alla piscina non finan­ziate in pre­ce­denza, di circa 7777 Euro rela­tivi al paga­mento di spese legali e circa 44000 Euro di debiti ATP matu­rati tra il 2006 ed il 2010.
.
Cam­po­do­nico pre­cisa che oltre ad alcuni debiti, la pre­ce­dente ammi­ni­stra­zione, pur sog­gio­gata dai vin­coli del patto di sta­bi­lità, ha lasciato anche tutte le risorse finan­zia­rie neces­sa­rie al loro appia­na­mento. L’ex primo cit­ta­dino appro­fitta del micro­fono acceso per sot­to­li­neare i pro­blemi interni alla mag­gio­ranza che da sola non rie­sce a garan­tire il numero legale.
Dopo aver con­tri­buito al sal­va­tag­gio dell’azienda tra­sporti pro­vin­ciale, Gero­lamo Giu­dice chiede all’Amministrazione di soste­nere le neces­sità di mobi­lità delle fra­zioni e aree peri­fe­ri­che. Costa ras­si­cura ed annun­cia di aver richie­sto l’istituzione di nuove linee.

Ore 18.36

A voto segreto il Con­si­glio elegge Lorenzo Gam­bero nuovo com­po­nente Com­mis­sione Con­sii­liare Per­ma­nente 2° Affari atti­nenti l’organizzazione. La vota­zione si è resa neces­sa­ria in seguito al pas­sag­gio di Bar­betta tra le fila dell’opposizione.

Ore 18.33

La mozione di sen­ti­mento pre­sen­tata da Anto­nella Cer­chi viene appro­vata all’unanimità. Anche Faenza si ricrede e, con­tro­vo­glia, alza la mano

Ore 18.26

Rista­bi­lita la sere­nità in aula, anche Giu­dice ade­ri­sce al pro­getto. Sal­va­tore Faenza, pur rite­nendo l’iniziativa lode­vole, dice che la bene­fi­cenza la fa a chi dice lui e si dichiara contrario.

Ore 18.23

Anto­nella Cer­chi chiede al Con­si­glio di appro­vare l’istituzione di un fondo comu­nale in cui devol­vere i get­toni di pre­senza (circa 20 Euro) per­ce­piti dai con­si­glieri. Tali somme dovreb­bero essere impie­gate per rea­liz­zare borse di stu­dio in favore di stu­denti biso­gnosi.
Il Sin­daco Costa giu­dica posi­ti­va­mente la pro­po­sta (mai con­cre­tiz­za­tasi in pas­sato). Ver­serà il suo emo­nu­mento ed inv­vita i col­le­ghi a fare altret­tanto.
Cam­po­do­nico ade­ri­sce all’iniziativa e chiede di sol­le­ci­tare gli uffici pre­po­sti per isti­tuire un conto cor­rente dedi­cato e di inca­ri­care Ragio­ne­ria a ver­sare gli emo­nu­menti diret­ta­mente su tale conto.
Un si con­vinto anche da Glo­ria Bar­betta, per la prima volta schie­ra­tasi die­tro i ban­chi della mino­ranza.
Mariella Gerbi ade­ri­sce ad un’iniziativa che reputa lode­vole, pur ricor­dando pro­blemi sol­le­vati in pas­sato dalla Ragioneria.

Nasce un acceso bat­ti­becco tra Gerbi e Barbetta.

Ore 18.07

Ha ini­zio il Con­si­glio comu­nale pre­sie­duto dal Con­si­gliere anziano Carlo Bagna­sco. Assenti Bri­gati, Capurro, Covre e Spelta

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>