Published On: Gio, Apr 18th, 2019

Degrado e poco spazio nei cimiteri per umani. Ma vanno di moda (siamo sotto elezioni) quelli per animali

Dopo che il sindaco uscente di Rapallo ha parlato di possibilità di un nuovo cimitero a Rapallo, destinato agli animali, anche la candidata sindaca M5S De Benedetti si è lanciata nella filosofica discussione per aprire un cimitero per animali, rivendicando la primogenitura del progetto.
A costo di andare controcorrente (siamo animalisti perché siamo un gregge di pecore? L’animalismo forse non è amore per gli animali ma la sua versione per social media?), leviamo un grido di dolore in nome del degrado che -parliamo di tutta Italia- colpisce i cimiteri pubblici, tra mancanza di posti per i cari estinti, caro loculi, sporcizia e abbandono. Un cimitero “turistico” come Staglieno a Genova, che nel 2019 è privo di un parcheggio, le tombe in abbandono, fiori di plastica consumata, ricordi scolastici del Cimitero marino di Paul Valery (e quello di Portofino non é un’anticipazione di Paradiso per i più buoni?). Eppure bisogna andar… aprire altri cimiteri, per gli animali. I figli non sono più contemplati nella “pianificazione familiare”, meglio dedicare un affetto totale a Spooty o Minni. E anche -perché no?- un bel loculino.

Considerato quanto apparso sugli organi di stampa in merito al “cimitero animali”, la Candidata Sindaco Isabella De Benedetti interviene puntualmente per precisare che i fatti e la cronistoria sono diversi da quanto Bagnasco vuol far apparire oggi solo per meri motivi di campagna elettorale! La storia dice che nel dicembre 2017 il Consigliere M5S Solari presentò una mozione per l’istituzione del cimitero degli animali e che la stessa fu approvata all’unanimità. Prima vittoria dei cittadini tutti“.