Published On: Sab, Ago 8th, 2015

Depuratore comprensoriale del Tigullio: è obbligatoria una Gara pubblica, con passaggi democratici obbligati

Per la contestata e ingarbugliata scelta di un depuratore pubblico ottimale per il Tigullio e le sue valli tra Zoagli e la val Petronio, la gara pubblica è la cosa migliore. Se fatta a modo, mostrerebbe quali sono le soluzioni migliori. Dopo di che, come si fa nei Paesi seri:
1. incontri pubblici con al centro dei tecnici super partes in grado di spiegare vantaggi e svantaggi di ogni proposta.
2. Dopo di che parere dei cittadini (non vincolante, perché con le elezioni si può anche scegliere il peggio, vedi hitler).
3. Infine i SOLI sindaci interessati, più Regione, più CM, deciderebbero.
E’ la cosa migliore, e funziona, là dove si pratica (dalla Svizzera alle nazioni anglosassoni, nord Europa, Cile… e tra un po’ persino in Mozambico e Corea del Nord)…

La gara pubblica è inoltre la regola in Europa. A patto che non la si faccia con un concorrente che “deve” vincere, e altri che “devono” perdere. Ed è proprio per evitare ciò che servono prima i passaggi OBBLIGATORI di cui sopra, utilizzati là dove le policy sono una scienza (studiata nelle università con dei corsi ad hoc), e non le nostre politiche pubbliche, gestite troppo spesso da gente che al massimo ha studiato Giurisprudenza, per meglio Azzeccare i Garbugli manzoniani… E che: nel 2015 stiamo ancora a menarcela su queste cose che sarebbero persino banali e ovvie da fare!
Ogni altra chiacchiera, ogni tentativo di non seguire la corretta prassi è un trucco e un ostacolo contro la scelta migliore.
Vedere il ciclo di azione di una policy nell’infografica sotto. Tra la creazione di un gruppo di lavoro e l’attivazione, si attua il dialogo con la popolazione (che deve dare suggerimenti e valutazioni, non contestare e stop). Per tale scopo, non servono “assemblee pubbliche” ma “dibattiti pubblici” cioé incontri tra esperti e cittadini, utili per fornire e raccogliere informazioni prima di una decisione politica.

  • “Così molte nazioni o paesi sarebbero ricchi se il governo non cercasse di farli tali, usando a questo effetto dei mezzi in cose dove l’unico mezzo che convenga si è non usarne alcuno, come nel commercio ch’è più prospero quanto più è libero e men se ne impiccia il governo” (Leopardi)
  • Sindrome nazionale: cercare sempre il colpevole e mai la soluzione. Variante: impiccare la soluzione e lasciare libero il colpevole.
  • “Gestire male il denaro dello Stato è criminale quanto rubarlo” (Cicerone)
  • “Il più alto esercizio della virtù si esercita nel governo della cosa pubblica” (Cicerone, De Republica I)
  • “Occorre costruire negoziati con tutte le persone e le comunità che sono fuori dallo stato: un potere che può essere chiamato federativo. (…) Il potere federativo è poco adatto a essere regolato da leggi e deve restare alla saggezza nelle cui mani si trova [l’individuo e i suoi delegati]”. (J. Locke)

policy process

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>