Published On: Mer, Mar 13th, 2013

Depuratore Comprensoriale e “Dissuasori Stradali” in consiglio a Casarza Ligure

via tangoni

CASARZA LIGURE.

Si discuteranno Venerdì  sera ( 15 CM ) alle ore 21 in Consiglio Comunale a Casarza Ligure, due temi particolarmente sentiti attualmente dalla cittadinanza. Depuratore comprensoriale e installazione rellentatori di velocità nelle strade comunali. Mentre  il progetto del depuratore sta interessando la popolazione di quasi tutto il Tigullio da svariati mesi con opinioni molto discordanti sulla sua fattibilità, il problema delle strade percorse ad alta velocità nel comune Casarzese esiste da parecchio tempo. Forse, dopo molte sollecitazioni rivolte agli amministratori, gli abitanti di Via Tangoni e Via De Gasperi avranno finalmente i loro “dissuasori stradali”. Avevamo già scritto qualche articolo a proposito, dove  gli operai delle fabbriche in Via De Gasperi lamentavano le condizioni strutturali della strada ma soprattutto l’alta velocità con la quale viene percorsa; sia di giorno che di notte. Stessa situazione comunque anche in Via Tangoni ( strada che doveva far parte della variante alla statale 523 collegando le località di Francolano e di Bargonasco passando per la nuova strada sulla sponda sinistra del Torrente Petronio) dove la strada è senza marciapiedi, dissestata, stretta e piena di curve cieche delimitate solamente dai muri di cinta della case.

E mentre il problema viabilità è molto sentito dalla cittadinanza Casarzese, quello del depuratore comprensoriale è poco conosciuto o discusso…..

Eppure sia il comune di Sestri Levante che quello di Casarza Ligure sono scesi a compromessi con l’amministrazione Lavagnese per aggiudicarsi, in futuro, un possibile allaccio fognario. Il comune di Sestri Levante, in cambio dell’allaccio, avrebbe consentito a quello di Lavagna l’uso parziale della discarica di Cà da Matta e partecipato alla realizzazione della pista ciclo-pedonale che congiungerà il litorale Sestrino a quello Lavagnese; mentre il comune della Val Petronio metterebbe a disposizione l’uso dell’Ecocentro di Bargone. L’unica speranza per Vaccarezza, dopo il no del Sindaco di Chiavari  Roberto Levaggi, dopo le critiche del centrodestra a Lavagna, di Legambiente , del Movimento 5 Stelle Sestrino e di buona parte della sinistra a Sestri, resta quella di ottenere molti consensi per riuscire ad ottenere i finanziamenti Regionali.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>