Published On: Gio, Giu 19th, 2014

Depuratore del Tigullio orientale: richiesta di incontro urgente con Regione e Provincia

Come già anticipato, si è tenuto oggi pomeriggio un incontro tra i sindaci dei Comuni del Tigullio orientale:
Valentina Ghio (Sestri Levante), Claudio Muzio (Casarza Ligure), Giovanni Collorado (Castiglione Chiavarese), Claudio Magro (Moneglia) e i rispettivi assessori all’ambiente, con l’obiettivo di fare il punto, come periodicamente avviene, sui temi amministrativi più rilevanti per il territorio della Val Petronio.

“…Al centro dell’incontro, oltre ad una prima positiva valutazione sul passaggio di gestore della raccolta rifiuti in Val Petronio, e’ emersa la richiesta di un incontro urgente alla Regione sull’iter per la realizzazione del depuratore comprensoriale. I Sindaci dei 4 Comuni hanno convenuto sulla necessità di sollecitare i soggetti preposti in materia di ciclo delle acque – Regione e Provincia – alla convocazione di un incontro di aggiornamento con tutti i soggetti facenti parte del protocollo d’intesa per la realizzazione del depuratore.

 E’ quindi necessario che a stretto giro, Regione e Provincia riprendano le fila di    questo percorso per dare soluzione al tema della depurazione delle acque sul territorio. Ognuno dei soggetti è chiamato a senso di responsabilità, nella consapevolezza che ogni iniziativa dilatoria e ogni ritardo rischia di rimettere in discussione un percorso avviato da tempo e di aumentare perciò la possibilità che tutti i Comuni si trovino nel 2015 a dover pagare pesanti sanzioni per l’infrazione comunitaria, oltre che subire le notevoli limitazioni sullo sviluppo nel proprio territorio, previste dalla normativa regionale.
Con una comunicazione formale a Regione e Provincia, i Sindaci della Val Petronio domani ufficializzeranno la richiesta di tale incontro.

Valentina Ghio – Sindaco di Sestri Levante
Claudio Muzio – Sindaco di Casarza Ligure
Giovanni Collorado – Sindaco di Castiglione Chiavarese
Claudio Magro – Sindaco di Moneglia

La colmata a Lavagna, progetto Iren

La colmata a Lavagna, progetto Iren

 

Displaying 5 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    I trolls recenti sono stati bannati come “spam”

  2. Gatto nero ha detto:

    Prima Garza,poi Samsonm ora David. Ma avete preso il sito per farvi pubblicità a danno dei gonzi che ci abboccano? Ha ragione Giuppino,andatevi a curcare!

  3. Giuppino ha detto:

    X riccardo garza, ma va curcati….. Ah ah ah

  4. Gatto nero ha detto:

    Finita la festa gabbato lu santo! In campagna elettorale, si promette,come al solito,quando si viene eletti non si mantengono le promesse fatte. E’ uno strano modo di comportarsi a chi prende i voti della gente. Non ha importanza se sono di destra o di sinistra,l’importante é promettere! E molti ci abboccano.

  5. Marco Conti ha detto:

    Mozione del 30 maggio 2014

    IL SOTTOSCRITTO CONSIGLIERE COMUNALE Marco CONTI

    Chiede che venga inserita all’ Ordine del Giorno della seduta di Consiglio Comunale la seguente mozione:

    “PRESA D’ ATTO DEL RISULTATO ELETTORALE DEL COMUNE DI LAVAGNA CHE VEDE IL NUOVO SINDACO GIUSEPPE “PINO” SANGUINETI CONTRARIO ALLA REALIZZAZIONE DEL DEPURATORE COMPRENSORIALE E NECESSITA’ DI INTRAPRENDERE INIZIATIVE IN MERITO ALLA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO AL SERVIZIO DEL BACINO DI SESTRI LEVANTE E DELLA VAL PETRONIO ”

    E propone di sottoporre all’ approvazione del Consiglio Comunale il seguente ordine del giorno:

    RILEVATO che gli agglomerati di Lavagna (Comuni di Lavagna, Cogorno, Carasco, Nè) Riva Trigoso (parte Sestri Levante, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese), Sestri Levante (parte Sestri Levante) come definiti in base all’art. 74 del D.Lgs. n. 152/2006, risultano privi di trattamento appropriato di depurazione acque reflue, come già ravvisato dalla Commissione Europea in occasione dell’apertura del pre-contenzioso comunitario CasoEU-Pilot 1976/11/ENVI, riguardo la non corretta applicazione degli artt. 3 e 4 della Direttiva 91/271/CEE negli agglomerati aventi popolazione superiore ai 2.000 abitanti equivalenti;

    RILEVATO che la città di Sestri Levante è priva ormai da decenni di un adeguato impianto di depurazione e che gli attuali impianti situati a Portobello e Riva Trigoso sono assolutamente inadeguati e vetusti;

    CONSIDERATO che con la Delibera di Consiglio Comunale n° 12 del 19 marzo 2013 è stato approvato il protocollo di intesa tra Regione Liguria, Provincia di Genova, Comuni di Carasco, Sestri Levante, Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Cogorno, Ne e Lavagna per la realizzazione dell’ intervento relativo al depuratore comprensoriale a Lavagna;

    CONSIDERATO che a seguito delle elezioni amministrative avvenute nel Comune di Lavagna l’ amministrazione comunale uscente guidata dal Sindaco Giuliano Vaccarezza e dal candidato Mauro Caveri (favorevole alla realizzazione dell’ impianto a Lavagna) ne è uscita sconfitta, con la vittoria del candidato Sindaco Giuseppe “Pino” Sanguineti (“Movimento per Lavagna”);

    RILEVATO che il programma elettorale del Sindaco Giuseppe “Pino” Sanguineti recita: “NO AL DEPURATORE COMPRENSORIALE, SI’ AL RIPRISTINO E ALLA RIMESSA A NORMA DELL’ ATTUALE IMPIANTO”;

    CONSTATATO che se il Sindaco di Lavagna Giuseppe “Pino” Sanguineti mantiene gli impegni presi in campagna elettorale il progetto di realizzare a Lavagna un impianto di depurazione comprensoriale è destinato a fallire;

    IMPEGNA IL SINDACO, LA GIUNTA COMUNALE A:

    · a convocare urgentemente una riunione con tutti i comuni aderenti al protocollo d’ intesa vista la contrarietà del neo Sindaco di Lavagna alla realizzazione dell’ impianto comprensoriale;
    · ad avviare l’ iter procedurale e progettuale – d’ intesa con Regione Liguria, Provincia di Genova e Iren – per la realizzazione di un impianto al servizio di Sestri Levante e della Val Petronio individuando l’ area più idonea, sulla base dello studio congiunto di Iren, Mediterranea delle Acque e Idrotigullio, effettuato su cinque siti ubicati nel territorio del Comune di Sestri Levante

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>