Published On: Lun, Mar 11th, 2013

Dipendenti Aimeri verso lo sciopero regionale del 18 marzo. Previsti disagi nella raccolta rifiuti

Aimeri protesta lavoratori in comuneRACCOLTA RIFIUTI. Si preannunciano disagi nei Comuni dove la ditta Aimeri Ambiente srl gestisce il recupero e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Le segreterie regionali di Fp-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Fiadel hanno infatti confermato questa mattina, con una lettera alle Prefetture, lo sciopero generale dei lavoratori per l’intera giornata di lunedì 18 marzo.

Nessuna via d’uscita, “a meno che non mutino le condizioni” – ribadisce il rappresentante funzione pubblica Cgil Carmine Lechiara per poi sottolineare – ancora oggi i dipendenti del cantiere di San Bartolomeo al Mare (IM) non hanno ricevuto gli emolumenti di gennaio”.

Carmine Lechiara - rappresentante funzione pubblica Cgil

Carmine Lechiara – rappresentante funzione pubblica Cgil

Per dipendenti, cittadini ed amministrazioni vale l’auspicio che, il 15 del mese, il personale di tutti i cantieri della Liguria riceva regolarmente lo stipendio. In tal caso l’agitazione verrebbe sospesa, non revocata. E qui non si tratta di una banale scelta lessicografica, bensì di una questione pratica poiché, in caso di sospensione, non occorre riavviare l’iter di concertazione preventiva. L’azienda si troverebbe quindi sottoposta ad una spada di Damocle il cui filo, retto dai sindacati, potrebbe essere reciso in qualsiasi istante.

La causa dello sciopero regionale del 18 marzo è da ricercarsi nel mancato accordo dopo l’apertura della procedura amministrativa di conciliazione avviata il 22 febbraio scorso con l’azienda Aimeri. “Pare che la ditta abbia scritto al Prefetto di Genova offrendo la propria disponibilità ad un nuovo incontro – conclude Lechiarama ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna notizia concreta in merito”.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>