Published On: Ven, Mag 3rd, 2019

Dipinti di Sestri Levante e Cavi, opera di un pittore francese dell’800

Ecco alcune immagini d’antàn del territorio di Sestri Levante e Cavi di Lavagna, tratte da un testo pubblicato dalle raffinate edizioni “Il Polifilo” dell’editore e scrittore milanese Vigevani, i cui familiari hanno una casa a Sestri Levante. Ringraziamo per la cortese segnalazione Manfredi Vinassa De Regny.
Sono state realizzate da un pittore francese che passò in Riviera nell’Ottocento (da verificare se a metà o a fine secolo). Purtroppo non ne conosciamo il nome.
I DIPINTI
Nella prima immagine troviamo una veduta di Cavi di Lavagna, in cui risalta una garitta dove stazionavano le guardie di finanza per controllare le scorrerie dei ladri di sabbia… Infatti sembra che Genova sia stata tirata su in parte rubando la sabbia della spiaggia di Cavi e Lavagna. Nella costruzione vicina a quella garitta la famiglia Frugone fece costruire ai primi del 900 una villa, detta “Castellozzo” che poi venne affittata al comandante Belloni e a una famiglia di Milano (fino a circa 30 anni fa).
La seconda veduta è da Santa Giulia verso Sestri levante.
La terza prende tutta la spiaggia di Riva Trigoso, dalla zona di Renà, all’imboccatura delle gallerie ferroviarie poi dismesse (ora sono la strada che collega Deiva Marina e Moneglia a Sestri e al Tigullio). Si intravvedono le botti sbarcate da un leudo vinacciere (il leudo è un’imbarcazione storica che sostituiva l’autostrada e la ferrovia prima dell’arrivo di queste soluzioni viarie. I leudi commerciavano in particolare vino dall’isola d’Elba e dalle isole di Napoli, e formaggio dalla Sardegna.
La quarta veduta inquadra la costa fino a Punta Manara dall’attuale semaforo di Arenelle (Cavi nuova).

Cavi di Lavagna: attuale salita della Stazione
Oggi…
Il Tigullio orientale da Santa Giulia
Riva Trigoso, la spiaggia (fine ‘800?)
Cavi e Sestri da Arenelle