Published On: Gio, Dic 5th, 2013

Diretta streaming gratuita per i Consigli comunali di Rapallo

Il M5S Rapallolibera propone con un’istanza l’adozione di riprese in streaming, in alternativa alla soluzione prospettata a oggi, che implica la spesa di 695 euro per trasmettere una riunione del Consiglio Comunale, 9500 euro annuali.

Questo l’impegno di spesa per il bando che il Comune ha avviato il 27 novembre per affidare il servizio di ripresa delle sedute fino ad ora svolto dall’emittente televisiva STV di Rapallo.

Con l’istanza presentata il 5 dicembre M5S propone tecnologie open source supportate dalle attuali infrastrutture del Comune.

“Il risultato è praticamente a costo zero tenendo conto che l’hardware e’ già a disposizione, occorrono una o due modestissime webcam, una connessione ad internet già disponibile all’ interno del Municipio,un account alla piattaforma digitale Ustream che riceverebbe il flusso audio/video in ingresso e lo renderebbe disponibile on line per il cittadino a casa (anche questo del tutto gratuito) e l’ apertura di un account su un servizio di video-sharing come YouTube per permettere l’ archiviazione delle riprese e la loro visione on demand.

Con meno di 200 euro si potrebbe realizzare il tutto, con evidente risparmio delle risorse comunali e con la possibilita’ di diffondere in diretta streaming le riprese delle sedute consiliari sul sito web del Comune di Rapallo.

Ed inoltre,con l’apertura di una pagina ufficiale su You Tube permettere ai cittadini che non possono farlo in diretta, di visionare in qualsiasi momento lo desiderino le sedute del Consiglio Comunale.

Recentemente, e grazie alle mozioni dei due consiglieri del 5Stelle, il Comune di Sestri Levante ha adottato questa tecnologia.

Beppe Grillo a Sestri Levante

Beppe Grillo a Sestri Levante

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. roberto mattioli ha detto:

    “CARO COMUNE, UTILIZZIAMO LA DIRETTA STREAMING DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE PER RISPARMIARE E I SOCIAL NETWORK PER COMUNICARE”

    695 euro per trasmettere una riunione del Consiglio Comunale, 9500 euro annuali
    Questo l’impegno di spesa per il bando che il Comune ha avviato il 27 novembre per affidare il servizio di ripresa delle sedute fino ad ora svolto dall’emittente televisiva STV di Rapallo.
    Con la nostra istanza presentata il 5 dicembre proponiamo un’alternativa e cioe’ utilizzare tecnologie open source supportate dalle attuali infrastrutture del Comune.
    Il risultato è praticamente a costo zero tenendo conto che l’hardware e’ già a disposizione, occorrono una o due modestissime webcam, una connessione ad internet già disponibile all’ interno del Municipio,un account alla piattaforma digitale Ustream che riceverebbe il flusso audio/video in ingresso e lo renderebbe disponibile on line per il cittadino a casa (anche questo del tutto gratuito) e l’ apertura di un account su un servizio di video-sharing come YouTube per permettere l’ archiviazione delle riprese e la loro visione on demand.
    Con meno di 200 euro si potrebbe realizzare il tutto ,con evidente risparmio delle risorse comunali e con la possibilita’ di diffondere in diretta streaming le riprese delle sedute consiliari sul sito web del Comune di Rapallo.
    Ed inoltre,con l’apertura di una pagina ufficiale su You Tube permettere ai cittadini che non possono farlo in diretta, di visionare in qualsiasi momento lo desiderino le sedute del Consiglio Comunale.
    Recentemente ,e grazie alle mozioni dei due consiglieri del 5Stelle, il Comune di Sestri Levante ha adottato questa tecnologia.
    Con la stessa istanza abbiamo inoltre chiesto
    -l’apertura di una pagina Facebook e un profilo Twitter in cui il Comune possa dialogare con i cittadini , raccontare le sue attivita’ e progetti e con la possibilita’ per gli iscritti di ricevere messaggi dedicati per ogni delibera comunale pubblicata, invece di andarle a visonare sul sito del Comune.
    -attivare una newsletter del sito del Comune per ricevere notizie e aggiornamenti dei bandi,attivita’,delibere ecc.
    -attivare i servizi online del sito del Comune , a tutt’oggi inesistenti, dove i cittadini con una password potrebbero accedere per chiedere certificati anagrafici , domande per servizi comunali , situazioni delle proprie pratiche stando comodamente seduti dal proprio pc di casa o dallo smartphone ,in uso oggi a molti, con un evidente risparmio di costi, tempo e di spostamenti.
    Del resto lo aveva promesso lo stesso Sindaco di Rapallo nel suo programma elettorale del 2012 che riportiamo testualmente :
    “Il Comune dovrà dialogare con la Città anche attraverso la moderna tecnologia digitale della comunicazione e dell’informazione (sito internet aggiornato e sempre aperto a nuovi contenuti, blog, forum, chat, facebook, twitter ) sulla quale fondare i valori di una e-democracy del nostro Comune al fine di rendere partecipi i cittadini delle fasi decisionali della civica amministrazione, per la condivisione pubblica della sua azione e la verifica dei consensi sul suo operato”.
    Ma si sa che le promesse elettorali , una volta eletti , si dimenticano facilmente.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>