Published On: Gio, Mag 9th, 2013

Direzione ASL4: la Tac resta a Sestri, l’ospedale è fondamentale

In merito ai recenti articoli comparsi sulla stampa riguardo l’Ospedale di Sestri Levante la Direzione Aziendale precisa alcuni punti per rassicurare tutti i cittadini del Tigullio sulle attività che si svolgono presso il polo ospedaliero stesso:

  1. Non è prevista alcuna azione di smantellamento dell’ospedale di Sestri Levante, al contrario la Direzione sta investendo circa 3.000.000,00 di euro per la ristrutturazione e la messa in sicurezza della struttura;
  • nell’ambito della Asl 4 “Chiavarese” il polo ospedaliero di Sestri Levante è strategico e fondamentale per le prestazioni sanitarie che eroga, per cui è salvaguardato e potenziato attraverso iniziative concrete mirate ad una sempre migliore fruizione della sua offerta assistenziale;
  • il polo ospedaliero di Sestri Levante è integrato con gli altri poli ospedalieri di Lavagna e Rapallo, formando un unico presidio ospedaliero, ed è per questo motivo che alcune specialità sono presenti solo a Sestri Levante (day surgery, urologia, oncologia, dialisi, riabilitazione intensiva neurologica e per cerebrolesioni, pneumologia, dermatologia e dietologia) mentre altre sono presenti a Lavagna o a Rapallo; ne consegue che i cittadini del Tigullio hanno tutti i servizi sul territorio ad eccezione di alcune alte specializzazioni quali la neurochirurgia e la chirurgia toracica che sono presenti in Liguria solo a Genova;
  • per quanto riguarda il servizio di radiologia vengono offerte prestazioni di radiologia tradizionale, ecografia, doppler e TAC; la TAC è attualmente funzionante con attività prevalentemente per cittadini ricoverati in quanto, per migliorare sia l’utilizzo del personale medico e tecnico, sia per raggiungere il pieno utilizzo delle apparecchiature radiodiagnistiche e TAC di ultima generazione,  si è concentrata l’attività per esterni a Lavagna; appena possibile si provvederà a sostituire la TAC esistente a Sestri Levante e a riattivare gli esami per esterni;
  • il centro integrato di senologia dell’ASL 4 ha l’unica sede nella struttura sanitaria di Sestri Levante e vede integrata l’attività diagnostica degli specialisti radiologi (mammografia, ecografia, mammotone) con l’attività del chirurgo, dell’oncologo e dell’anatomopatologo oltre all’attività di screening del carcinoma della mammella attiva fin dal 2002 e con percentuali di adesione pari al 73,06% da parte delle donne del Tigullio che è la più alta in Liguria (media nazionale 55%);
  • mentre il polo di ospedaliero di Lavagna è sede principale del Dipartimento di emergenza la struttura sanitaria di Sestri Levante ha nel tempo modificato la sua attività verso una più moderna ed efficace  offerta alla popolazione che è prevalentemente anziana e affetta da patologie croniche; per questo motivo l’offerta ospedaliera è associata a servizi territoriali ambulatoriali e diagnostici, servizi domiciliari integrati al bisogno con i servizi sociali;
  • la struttura sanitaria di Sestri Levante, unico esempio nell’ASL 4, è anche sede del Distretto Sociosanitario N° 16;

Tanto si doveva per una esatta informazione, per evitare strumentalizzazioni e rassicurare, se del caso, la popolazione.

 Per la Direzione: Il Capo Ufficio Stampa Marina Ballott
a

ospedale Rapallo

ospedale Rapallo

 

Displaying 8 Comments
Have Your Say
  1. Redazione ha detto:

    Molto d’accordo con Giovanna. In effetti, in una città, un comprensorio e una nazione ultraturistici l’estetica, l’arte del colore, il decoro urbani sono estremamente importanti.

  2. E’ vero, l’Italia è un Paese strano in cui chi va avanti spesso non lo fa grazie alle sue gambe e in cui chi sbaglia non solo non chiede scusa e si toglie elegantemente dalla scena, no, da noi si persevera. E’ un meccanismo davvero diabolico ma è sotto gli occhi di tutti, di tutti quelli che vogliono vedere, chiaro. Purtroppo per me di arte non mi intendo, ma la discromia dell’ospedale di Sestri mi incuriosisce parecchio, vorrei davvero sapere quanto ha fatturato, oops scusate, percepito, colui che ha assemblato l’insieme dei colori delle facciate. Mica per altro, ma penso che un bimbo del vicino asilo avrebbe avuto un gusto migliore. In ogni caso tre milioni di euro non sono proprio due spiccioli e credo che sarebbe cosa buona e giusta che il capitolato di spesa venisse reso pubblico sino all’ultimo centesimo: come giustamente mi faceva notare un amico, l’ospedale è pubblico, quindi anche mio e vostro, e tutti abbiamo il diritto di sapere come vengono impiegati i nostri soldi. Soprattutto abbiamo il diritto di vederli ben amministrati e di vedere rimossi coloro che li spendono in modo poco oculato. Ma senza sapere, che dire?

  3. Mykros ha detto:

    E allora si chieda a Valentina Ghio (con ogni probabilità, fra breve, Sindaco di Sestri Levante) l’impegno formale a dimettersi qualora la Radiologia di Sestri Levante, dopo le elezioni e nel corso del suo mandato, venga chiusa.
    Un candidato serio non deve essere come quello mitico che avendo promesso in un comizio un nuovo ponte sul fiume, ed essendogli stato risposto che non serviva perchè lì non c’era nessun fiume, disse convinto “e va bene, allora faremo anche il fiume!!!”.

  4. Buona Sanita' ha detto:

    Cari Cittadini: la storia di Recco insegna. Anni fa in quell’Ospedale vennero investiti 9 milioni di euro. Il giorno dopo la fine lavori venne chiuso. L’Assessore interrogato lo scorso anno su questo spreco enorme di denaro pubblico, rispose: “In passato si è sbagliato molto”. Quelli che hanno sbagliato non hanno mai pagato. Anzi sono tutti ancora lì perché l’Italia è un Paese strano. Quello che è chiaro è che investire (in lavori inutili) 5 milioni (non 3) nell’Ospedale di Sestri è comunque uno spreco e non dà nessuna garanzia che l’Ospedale continuerà a funzionare per quel poco che rimane. Certamente tra due anni, Montaldo ci dirà “in passato si è sbagliato molto”. Sul fatto che l’ASL faccia la campagna alla Ghio ormai non c’è più dubbio: la Radiologia chiuderà dopo le elezioni. Il dietro-front repentino sulla chiusura della TAC è solo perchè qualcuno li ha beccati con le dita nella marmellata. Dilettanti allo sbaraglio!

  5. mary68 ha detto:

    Siamo tutti stufi come cittadini di fare le spese di errori esviste tattiche di assessori e dipendenti della regione che al momento sanno solo chiudere strutture all’occhiello delle Asl ,diventate tali per il costante impegno di dipendenti che sono trattati come burattini il cui potere decisionale e = a zero ;

  6. MARY68 ha detto:

    Pura propaganda?Credo per la maggior parte.
    ricodiamoci che i tre milioni di euro sono tasse pagate dai cittadini,;inoltre lo spreco di tempo per lavori non seguiti costantemente e rifatti piu volte in questi mesi lo ritengo un crimine rapportandolo ai continui comunicati dell’assesore Montaldo sui soldi finiti per la sanita’,..

  7. Mykros ha detto:

    Ovvio che la ASL 4 fa propaganda, il dott. Paolo Cavagnaro è stato nominato e riconfermato dalla maggioranza della Regione Liguria, che non è mica del PDL o della Lega Nord!
    Per chi sentisse dire (capita spesso) che il dott. Cavagnaro “lavora gratis per il bene dell’umanità”, i suoi emolumenti sono visibili a tutti sul sito dell’ASL 4.

  8. Alessandro L. ha detto:

    L’ASL si è sentita in dovere di fare la campagna per il PD di Sestri??

    La Ghio&Company non hanno già abbastanza soldi degli italiani da spendere, che han bisogno della stampella della ASL??

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>