Published On: Gio, Giu 18th, 2020

Disastro autostrade liguri (e italiane), Toti propone: concessioni alle Regioni

L’idea di Toti non è malvagia in sé, ma in questi mesi vediamo un grave rischio di scivolare dall’economia mista statale-privati (mediata dai partiti), a un’economia con un ancora più pesante controllo pubblico.
Il sistema misto -attivo nella forma attuale da circa 40 anni- ha fallito pesantemente, ma ora il problema è
non scivolare verso un sistema peggiore: cileno-venezuelano o sovietico, se non nordcoreano. Ciò potrebbe avvenire con la prospettiva di futuri governi PD-5S, ma anche qualora ci fossero futuri governi a trazione FdI-Lega (ugualmente statalisti e corporativisti, nonostante alcune sacche di liberalismo).

Il problema, per chi non lo avesse capito, è ridurre il potere là dove si è concentrato, cioé nel capitalismo amico e colluso con la partitocrazia, nella infinita edificazione di una classe burocratica ormai indigeribile, e in una cultura sociale in cui l’illegalità e la legalità sono interscambiabili a tutti i livelli. La questione insomma, è andare verso Taiwan e non verso Pechino, verso l’Irlanda e non verso la Turchia, verso la Nuova Zelanda e non verso il Venezuela, verso il Nord Europa e non verso il Sud Europa, verso il Sud Corea e non verso il Nord Corea, verso Israele e non verso l’Egitto, verso la libertà e non verso la servitù volontaria.

ANDORA. “Che le autostrade liguri siano trascurate ce ne siamo accordi tutti, dalla tragedia del ponte Morandi non è stato fatto quasi nulla: è passato il lockdown  e sono state promesse agenzie per le infrastrutture ma nulla è stato realizzato. A questo punto se non si è capaci si diano le concessioni alle regioni: come Liguria siamo pronti a prenderci le concessioni delle tre concessionarie sul territorio ligure, a metterle a bando e costruire un percorso con chi lo gestirà. Si faccia fare a chi ha dimostrato di esserne capace: noi in due anni abbiamo costruito un ponte”. Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti oggi nel corso della visita nel ponente ligure.

Autostrada a Rotterdam