Published On: Sab, Nov 11th, 2017

Disoccupazione in Liguria: la Regione contesta quanto descritto da PD e M5S

L’amministrazione del governatore Toti contesta il quadro negativo evidenziato ieri da PD e M5S, dopo la pubblicazione dei dati trimestrali sulla disoccupazione in Liguria.

“Nel secondo trimestre di quest’anno il tasso di occupazione si attesta al 62,7%, di poco superiore allo stesso periodo dello scorso anno. Inoltre, sempre nello stesso periodo, i contratti di lavoro sono aumentati del 22,4%. Segnali che indicano che la ripresa occupazionale è stata innescata. Siamo ben consapevoli che permangano difficoltà conseguenti alla crisi di grandi gruppi industriali sul territorio, ma pensiamo che le misure attivate sulle politiche attive del lavoro abbiano iniziato a invertire la parabola discendente lasciata dalla precedente giunta Pd”. Lo dichiara l’assessore regionale al Lavoro Gianni Berrino commentando i dati sull’occupazione in Liguria alla luce dell’analisi di Bankitalia. “Il 62,1% degli avviati al lavoro – spiega l’assessore Berrino entrando nel merito dei dati – ha meno di 40 anni e le classi più numerose sono 20-24 anni (18,9%) e 25-29 anni (16%). La crescita degli avviati al lavoro ha registrato un picco tra gli under 30: 16-19 anni (+60,1%), 20-24 anni (+34,8%) e 25-29 anni (+22,5%). Evidentemente le politiche attive del lavoro e quelle giovanili stanno producendo i primi importanti risultati. Inoltre, anche sui bandi riservati alle categorie più ‘mature’, siamo soddisfatti dell’aumento del +23,8% tra gli occupati over 55. Positivo anche il trend della disoccupazione, che in Liguria scende dalla 72mila unità del secondo trimestre 2016 alle 62mila unità dello stesso periodo di quest’anno, con un conseguente calo del tasso di disoccupazione dal 10,6% al 9,3%. Un calo più significativo rispetto alla flessione media nazionale del tasso di disoccupazione e del Nord Ovest”.