Published On: Sab, Nov 16th, 2013

Domani la seconda giornata di scambio semi del Pu.Cu.S.

Quest’anno, per la seconda volta nel 2013, il Collettivo “Pu.Cu.S. – pomate co a sa”  organizza a Sestri Levante, dalle 15.00 di domenica 17 novembre nei giardini Mariele Ventre, “Semi in festa”, una giornata di scambio di semi. In caso di pioggia, la manifestazione si terrà nel cortile del Convento dell’Annunziata. “Invitiamo tutti a partecipare portando con sé i propri prodotti da scambiare – spiegano gli organizzatori – semi autoprodotti, biologici, autoctoni e antichi ma anche qualsiasi cosa sia di vostra produzione come talee, innesti, piantine, lievito madre, kefir ecc… e soprattutto la vostra esperienza, voglia di condividere e tanta curiosità”.

pucus sestri levanteIl collettivo nasce dal desiderio di un gruppo di amici di attivarsi sul territorio per interventi specifici nell’ambito dell’agricoltura biologica e naturale, lo scambio di semi antichi, autoctoni e autoprodotti. Scopo dell’associazione è anche quello di recuperare terreni abbandonati per la coltivazione biologica di orti collettivi e nello specifico, sul territorio, per la pulizia, potatura degli ulivi e raccolta delle olive e spremitura a freddo. Il tutto seguendo i metodi tradizionali di raccolta a mano e spremitura entro 48 ore, in frantoio con spremitura a freddo. L’associazione si è già attivata con una richiesta al Comune di Sestri Levante per l’affido di terreni pubblici destinabili a tali scopi, e lo stesso Comune patrocinerà domani la seconda giornata di scambio dei semi. Di qualche giorno fa è la notizia secondo cui l’Amministrazione e starebbe formalizzando l’affido di terreni in comodato d’uso gratuito al collettivo, in zona Trigoso.

giornata di scambio sementi pucusNell’attesa i membri si sono già attivati sul territorio a livello privato: “Abbiamo trovato una contadina di Villa Rovereto, che ci ha già affidato 1800 mq di terra a fasce, ben esposta, con ulivi e alberi da frutto, – spiegano -. Domenica 10 novembre abbiamo eseguito, armati di pennati , falcetti, forconi e decespugliatori, la pulizia delle fasce dai rovi e dalla piccola jungla che si era sviluppata negli ultimi sette anni di abbandono. Già metà del terreno è rinato, gli ulivi ,altissimi, ritornano a respirare e i limoni finalmente sentono il sole, sembra che l’uliveto ringrazi… Con la collaborazione di tutti, e qualche giorno di lavoro,  saremo in grado di riportare il terreno e il casotto con pollaio a una nuova luce e rinascita sperimentando così la reale possibilità di lavoro collettivo. Con l’iniziativa di domenica 17 Novembre e lo scambio dei semi vorremmo ritrovarci e incontrare tutti coloro che come noi credono in una decrescita felice, in uno stile di vita che rivaluta la naturale e immensa ricchezza della nostra terra, che attraverso la terra e con l’utilizzo di un agricoltura biologica e naturale ,miri non solo al rispetto delle leggi naturali ma soprattutto alla conservazione di semi antichi, di tecniche dimenticate e saperi da scambiare con chiunque abbracci questa filosofia di vita”.

giornata scambio semi pu.cu.s.

Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Rino ha detto:

    Cosa significa fare lo scambio di semi nel mese di novembre? E gli orti urbani? Vanno fatti,semmai,in primavera! Con le piogge che verranno? A meno che non vorranno fare le serre per l’inverno o seminare piante acquatiche!? Come è nel costume di chi ci governa,tutte queste organizzazioni servono solo a sviare i cittadini da cose ben più serie che vanno fatte ed attanagliano maggiormente il paese!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>