Published On: Sab, Gen 18th, 2014

Domani primarie del centrosinistra Casarza Ligure

Federico Obertello e Maria Cristina Barzacchi

CASARZA LIGURE. Domani, domenica 19 gennaio, i cittadini di Casarza Ligure sceglieranno il candidato Sindaco del centrosinistra per le elezioni amministrative della prossima primavera. si sfideranno Federico Obertello, laureato in scienze giuridiche e iscritto al Partito Democratico, e Maria Cristina Barzacchi, medico oncologo, nel 2013 candidata nelle liste di Sinistra Ecologia e Libertà a sostegno di Valentina Ghio. Per l’occasione sono stati allestiti due seggi, che resteranno aperti dalle 8 alle 20: uno in piazza Aldo Moro, nei locali dell’ex Comunità Montana Val Petronio, l’altro a Francolano (al civico 75, nei locali dell’ex negozio di alimentari, riservato ai residenti in via Francolano e vie limitrofe). Potranno votare tutti coloro che abbiano compiuto il 16° anno d’età e tutti gli extracomunitari residenti a Casarza, previa presentazione del documento d’identità. Il video del confronto tra i candidati e i loro programmi per il futuro della città sono disponibili sul sito www.insiemepercasarza.net.

Lo scorso venerdì 10 gennaio Barzacchi e Obertello si sono confrontati su una serie di temi riguardanti la città: ambiente, acqua e rifiuti; sociale, scuola, servizi alla persona; urbanistica e territorio; tasse e funzionamento della macchina amministrativa, priorità da affrontare nei primi 100 giorni di mandato. “L’ambiente è diventato un’emergenza a causa di questa Amministrazione, che ha messo in campo una politica ambientale completamente sbagliata – ha detto Obertello -. La Tares è aumentata del 30% rispetto a pochi anni fa, quando l’assessore all’ambiente sbandierava di aver raggiunto percentuali inverosimili di raccolta differenziata”. Anche per Barzacchi una delle priorità sarà il miglioramento della gestione della raccolta dei rifiuti: “Mi piace parlare di nuova materia, più che di rifiuti, della possibilità di ottenere da essi energia e nuovi posti di lavoro – commenta la candidata -. Si dovrà diffondere una cultura del riutilizzo a partire dai bambini, istituire la raccolta porta a porta e andare verso l’obiettivo “Rifiuti zero””.

Altro tema caldo quello legato al sociale. “Un buon Comune dovrebbe prendersi cura del cittadino dalla culla alla casa di riposo, se necessaria – ha spiegato Obertello -. Quella che noi abbiamo a Francolano purtroppo è ancora chiusa: aprirla sarà una priorità, un segnale sociale importante”. Una città da vivere, non un luogo di passaggio: come? “Istituendo micronidi certificati e accreditati, creando lavoro e imprenditorialità; creando un centro di aggregazione giovanile che sia motore di iniziative – ha detto Barzacchi -. Indispensabile sarà la valorizzazione delle risorse già presenti, come il nido parrocchiale, e la manutenzione degli edifici scolastici in una logica di risparmio energetico”.

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>