Published On: Ven, Feb 14th, 2020

Domenica 16 febbraio su 35 km di sentieri tra Sestri e Moneglia si corre l’Andersen trail

Andersen Trail – IV edizione 16 febbraio
Torna Andersen Trail, la manifestazione sportiva organizzata da Associazione Atletica Levante per gli amanti della natura che attraverso lo sport esalta le bellezze del nostro territorio. L’edizione di quest’anno, prevista per domenica 16 febbraio, propone tre percorsi differenti per rispondere alle esigenze di tutti gli appassionati. Gli iscritti dovrebbero arrivare a 500 atleti, per le 3 gare previste ognuna con percorso diverso.

L’Andersen trail quindi “raddoppia” in inverno la gara (che sarà mantenuta) collegata all’Andersen run di ottobre.
La novità dell’edizione invernale consiste nel percorso e nella collaborazione tra i Comuni di Sestri levante e Moneglia. Il sindaco di Magro ha ricordato che la collaborazione ha visto la partecipazione di numerosi volontari di Moneglia, per la sistemazione dei sentieri lungo lo splendido versante tra Riva Trigoso, Punta Baffe e il borgo marinaro, sia per la presenza nel corso della gara di addetti alla sicurezza e al rifornimento di acqua e cibo.

L’evento sarà “plastic free”: si utilizzeranno solo borracce e taniche d’acqua.
Siamo in attesa di indicazioni – se non di “leggi” comunali o regionali- ai residenti del Tigullio contro l’uso eccessivo di polistirolo in campagna e sui pescherecci.
La lotta al monouso non basta.

Appuntamento alle 8.30 al parco Nelson Mandela per partecipare alla corsa competitiva di circa 35 km con un dislivello di circa 1900 metri che interesserà anche il territorio del Comune di Moneglia, con meravigliosi scorci panoramici. Con un tempo massimo di 8 ore, i runner saliranno da Punta Manara e toccheranno, fra le altre tappe, San Bartolomeo, Manierta, monte Moneglia e Punta Baffe.

Sempre alle 8.30 al parco Nelson Mandela è previsto anche il ritrovo per la corsa di circa 22 km con un dislivello di circa 1200 metri lungo punta Manara, toccando la chiesa di San Bartolomeo, la collina di Montepagano e i sentieri di punta Moneglia e punta Baffe.

A entrambe le gare prenderanno parte grandi nomi del trail italiano, tra cui la vincitrice del Tor des Géants nel 2016 e 2017 Lisa Borzani (domani in conferenza stampa a Palazzo Fascie), Sonia Locatelli, Cinzia Bertasa, Giulia Botti, Enrico De Ferrari e Davide Cavalletti per il percorso da 35 chilometri e Alessio Gatti per quello da 22 chilometri.

Per gli amanti della corsa, o della camminata non competitiva, è previsto il percorso di 6.5 chilometri con un dislivello di 300 metri a cui è possibile partecipare anche sotto la guida di una istruttrice di Fitwalking-Cross, con l’ utilizzo delle bacchette.

Al termine delle gare o della camminata, è previsto un pasta party gratuito per i runner delle competizioni e a pagamento per accompagnatori e partecipanti ai percorsi non competitivi.

Andersen Trail è uno degli appuntamenti previsti nell’ambito della Andersen Run, la la manifestazione sportiva che ogni anno porta a Sestri Levante quasi 2.000 amanti della corsa e  dello sport all’aria aperta. Un successo che si rinnova di anno in anno, grazie anche alla bellezza degli scenari che fanno da corollario ai percorsi di gara: la passerella in Baia del Silenzio è diventata ormai simbolo e fattore distintivo di una manifestazione che unisce lo sport al territorio.

“Per il Comune di Sestri Levante e per Mediaterraneo Servizi è sempre un piacere e un onore presentare e sostenere questo tipo di manifestazioni, iniziative che hanno il pregio di promuovere la bellezza del nostro territorio attraverso l’amore per lo sport – commentano la sindaca Valentina Ghio e l’assessore allo Sport Mauro Battilana -. Andersen Trail, all’interno di Andersen Run, sono eventi il cui successo viene riconfermato ogni anno grazie alla vivace partecipazione e che offrono alla nostra città una occasione di sviluppo turistico ed economico. Riserviamo un ringraziamento particolare ai volontari di Sentieri a Levante e a quelli di Moneglia, che hanno permesso lo svolgimento della gara 35Km grazie al lavoro di pulizia congiunto in Vallegrande”.

Torre saracena di Punta Baffe
Punta Manara vista da punta Baffe