Published On: Dom, Feb 12th, 2012

Don Valentino, via alle danze con Morales ed Herrera

Share This
Tags

Marzia Capannolo, Rosanna Arrighi, Ernesto Morales, Mentore Campodonico, Natalia Dupuy, Elisabetta Lai, Roberto Di Antonio

RAPALLO. Il freddo pungente di questi giorni non ha impedito a Don Valentino di sbarcare a Rapallo. Si è svolta ieri pomeriggio, nelle sale dell’antico Castello di Rapallo, l’inaugurazione dell’opera “Mari migranti”  del pittore italo-argentino Ernesto Morales. La mostra, curata dall’Associazione Culturale “Interno Ventidue Arte Contemporanea” in collaborazione con “Mater Matuta” rimarrà aperta fino a domenica 11 marzo e sarà visitabile ogni venerdì, sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00 con ingresso libero.

Al vernissage erano presenti oltre all’artista, il sindaco Mentore Campodonico, il vice sindaco Roberto Di Antonio, la presidente ascom Elisabetta Lai, Natalia Dupuy agregado cultural del Consolato Generale Argentino di Milano, Marzia Capannolo, curatrice della mostra e la professoressa Rosanna Arrighi.

Ernesto Morales autografa agli ospiti il catalogo della mostra

“Ernesto Morales incarna il trait d’union tra Italia e Argentina – ha esordito il sindaco Mentore Campodonico – tanti i punti di contatto con la nostra storia, le nostre tradizioni e la nostra gente”. Un legame profondo, rimarcato da Natalia Dupuy, che vede una numerosa comunità argentina in italia ed una buona fetta di liguria ormai ben radicata oltreoceano e che ben si manifesta nelle reciproche influenze culinarie (basti pensare che in Argentina si mangia il fainà ed il Liguria l’asado).

E’ un piacere ed un onore per me tornare in questa terra” ha detto Morales. Nel 2010, quando venne a Genova per una mostra allestita alla Commenda di Prè  in occasione del bicentenario Argentino “ho scoperto che il mio bisnonno era proprio di Rapallo“.

La gremita platea del Teatro delle Clarisse

Ha subito invece uno spostamento di sede lo spettacolo “Tango” della Compañia Nacional de Tango Argentino “Roberto Herrera”. L’esibizione, inizialmente prevista sul lungomare, è stata messa in scena sul palcoscenico del Teatro delle Clarisse. Qualche leggero disagio per il pubblico che ha dovuto attendere al freddo la riapertura del teatro. Nel primo pomeriggio le Clarisse avevano ospitato una “lezione concerto” con musiche di Ludwig van Beethoven interpretate al pianoforte dal Maestro Eugenio de Luca e commentate dalla professoressa Rosanna Arrighi. La sala si è subito riempita in ogni ordine di posto e, data la capienza limitata dell’auditorium, molti spettatori hanno dovuto assistere dal maxischermo allestito nel piazzale antistante ad uno spettacolo che ha infiammato di emozioni il cuore del pubblico.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>