Published On: Ven, Ott 27th, 2017

Duro attacco di Alberto Zolezzi (deputato M5S) all’Amministrazione di Sestri

In una fase in cui non si sentiva ancora nessuna eco della imminente campagna elettorale, che presumibilmente deflagrerà nel marzo 2018, cumulando elezioni politiche e amministrative, a Sestri Levante il fronte elettorale si è improvvisamente aperto con una lunga e critica analisi complessiva dell’operato della sindaca Valentina Ghio. Ne è autore Alberto Zolezzi, deputato 5S, di origini sestrine.
Tra i nodi negativi individuati vi è “una discarica abusiva di amianto, scoperta dai consiglieri comunali M5S”;
Poi l’ostruzione alla foce del canale della Chiusa che scorre sotto al carruggio centrale che “è stata documentata direttamente dai consiglieri M5S dopo esser stata negata in Consiglio da membri della Giunta.
Per il deputato sarebbe inoltre proseguita la cementificazione del territorio.
Presentata poi un’istanza parlamentare sul gioco d’azzardo non autorizzato:

“Dopo 3 ordinanze la sala scommesse di via Unione Sovietica è ancora aperta per vizi di forma nei ricorsi e per notifiche tardive, l’ultima quasi 2 mesi dopo l’ordinanza stessa, forse per far finire la stagione calcistica e relative scommesse; ora la società che la gestisce sta acquisendo le quote di società sequestrate a Genova dalla direzione distrettuale antimafia.

Si ricorda poi la vicenda di una dipendente comunale che si è “Occupata privatamente e senza autorizzazione di lavori relativi a immobili ora sequestrati nell’ambito dell’inchiesta per ndrangheta.

L’on. Zolezzi in data 25 ottobre 2017 ha presentato l’interrogazione numero 4/18289in cui chiedo al Ministro dell’interno di inviare la Commissione di accesso per il Comune di Sestri Levante“.

“Più che chiedere le dimissioni della dottoressa Ghio (che vorrebbero dire ammettere che ha svolto la funzione di Sindaco), le suggerisco di contattare lei stessa al più presto il Ministero dell’interno perché invii la Commissione e si valuti il commissariamento del Comune.”

Nel suo Comunicato stampa Zolezzi poi ringrazia “i consiglieri M5S Tassano e Sartelli per il lavoro svolto e lo scambio di informazioni, ringrazio il Consigliere Marco Conti per i preziosi atti forniti.
Non sembra, nonostante i ringraziamenti al consigliere Marco Conti, che possa individuarsi un’alleanza in funzione anti PD tra i 5S e il centrodestra.  Anche se la politica ormai è decisamente più fluida e molecolare di qualche decennio fa.

ZOLEZZI, MANTERO, SIMONE VALENTE, BATTELLI e BARONI. — Al Ministro dell’interno, al Ministro dell’economia e delle finanze, al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:

con l’interrogazione n. 4-03214 era stato chiesto conto, ai Ministri dell’economia e delle finanze e della salute, in merito alla proliferazione in Italia di centri di scommesse privi di autorizzazione di polizia; oltre 6.000 in Italia nel 2014;

fra questi centri si annovera quello in capo alla società L2 srl di via Unione Sovietica a Sestri Levante (GE). Tale centro ha visto negli ultimi anni numerose ispezioni che hanno certificato l’attività scommesse, senza aver avuto mai alcuna autorizzazione adeguata;

tale punto-scommesse è oltretutto collocato a meno di 300 metri da due punti sensibili, in contrasto con la legge regionale n. 17 del 2012. La regione ha dato riscontro a una nota comunale con parere in data 17 ottobre 2016, chiarendo che «la legge regionale 17/2012 è da ritenersi applicabile nei confronti delle sale scommesse». Il PUC di Sestri prevede all’articolo 36.2 delle norme di congruità e congruenza l’esplicito divieto in quell’area di attività di scommessa;
un altro punto scommesse non autorizzato nel territorio comunale è localizzato in via Nazionale (…).

Deputato Zolezzi (M5s)