Published On: Lun, Ago 26th, 2013

Duro comunicato del Pd di Chiavari sulla presidenza del Consiglio comunale

Pubblichiamo questo comunicato inviato dal Pd di Chiavari in merito alla presidenza del Consiglio comunale.

Con la “lettera di sfratto” recapitata dal Sindaco Levaggi e dalla sua maggioranza al Presidente del Consiglio Comunale, Architetto Giovanni Giardini, si è aperto un nuovo capitolo dell’ infinita “resa dei conti” attorno a cui si è sviluppata l’avventura politica di un’Amministrazione, che ha iniziato a franare già nel giorno della sua costituzione e, da lì in avanti, non è mai riuscita a trovare la stabilità necessaria a garantire alla città un’efficace azione di governo.

Sulla base dei primi dettagli relativi al contenuto del testo, apparsi sulla stampa locale, sembra che l’iniziativa, assunta dal Sindaco Levaggi e da quanti ancora lo sostengono, corrisponda ad un estemporaneo provvedimento punitivo, fondato su una palese e voluta confusione tra i profili politici dell’attività amministrativa – quelli che chiamano ogni Consigliere comunale a promuovere il bene pubblico – ed i doveri istituzionali che la stessa attività prescrive: nel caso del Presidente del Consiglio Comunale, garantire un corretto svolgimento dell’attività dell’organo che egli presiede attraverso la tutela dei diritti di tutti i Consiglieri.

Il quadro che, complessivamente, emerge da questi nuovi sviluppi è quello di un’Amministrazione, che, incapace di progettare il futuro di Chiavari e afflitta da un crollo verticale del consenso, ha scelto di asserragliarsi nelle stanze di Palazzo Bianco a difesa solo di stessa e delle proprie posizioni di potere, senza più concedere alcun spazio al suo interno a manifestazioni, pur fondate e garbate, di dissenso.

La scelta compiuta dalla maggioranza chiavarese si configura, quindi, come l’ennesima riprova della crisi in cui essa versa. Una crisi che deve essere riferita non solo ai pochissimi e contradditori provvedimenti assunti, ma, più in generale, ad un modo di governare che è risultato del tutto privo di una reale capacità di cogliere i bisogni della città e che, pertanto, non può certo essere salvato attraverso la disinvolta ricerca di sostegni esterni.

Il PD chiavarese esprime la sua piena solidarietà al Presidente Giardini, a cui riconosce, al di là delle ovvie disparità di vedute sul piano politico, un impegno assiduo affinché i lavori del Consiglio Comunale si mantenessero entro l’alveo di quanto previsto dalle normative vigenti.

Palazzo Bianco , sede del  Comune

Palazzo Bianco , sede del Comune

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>