Published On: Sab, Nov 21st, 2015

E’ nata l’iniziativa Bookcrossing Rapallo. Leggere fa bene alla mente e al corpo (si impara molto)

Leggere e scrivere sono il più alto atto dell’intelligenza umana. Incomparabile con le immagini, perché in un film la scena, gli attori, il caos degli eventi, sono già “fisicamente” presenti, prescritti, predigeriti. Mentre nell’atto della lettura a ogni pagina nella nostra mente ricostruiamo la scena, i volti, gli eventi.
E già questo fatto ci permette di crearci una personalità, di creare, di imparare a pensare. Senza parlare dei contenuti che si possono trovare in un bel libro.

Ecco le ragioni del bookcrossing: non buttare mai via ciò che si è letto (a patto che non si tratti di un libro giudicato pessimo!).
Ottima iniziativa, quindi, quella di Rapallo.
Il nome Bookcrossing deriva dalla fusione dei termini Book e Crossing, che letteralmente significano “far viaggiare un libro”, “incrociare un libro”.
Il Bookcrossing è la pratica di lasciare dei libri in spazi dedicati per far sì che altri possano fruirne e, a loro volta fare lo stesso, abbandonando il libro in un altro posto.
Un modo “diverso” per scambiare libri, lasciando che siano loro a trovare quasi casualmente i loro lettori.
L’iniziativa nasce da un gruppo di commercianti e cittadini rapallesi che hanno voluto rendere i loro spazi protagonisti come luoghi per creare condivisione, lasciare un libro viene considerato come un inizio di un’avventura.

Nei locali seguenti già ora si possono trovare dei libri.
Bar Passatempo: storica sede del Genoa Club Rapallo dal 1968.
Farina Acconciatori: uno spaccato di mondo fra specchi, phons, irriverenza, bigodini e candidature.
Panificio Schenone, panificio, pasticceria e gastronomia. Offre una svariata quantità di prodotti tipici.
Loc BookCrossing-

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>