Published On: Gio, Dic 10th, 2015

Ecco come passare un dicembre tranquillo: vediamo i conti correnti più sicuri

Dopo il Decreto “Salva banche” del Governo, che ha prosciugato diversi risparmiatori e investitori degli istituti Banca Marche, CariChieti, Carife e PopEtruria, con conseguenze anche tragiche, molti utenti stanno iniziando a chiedersi se i propri conti sono sicuri.
La paura che affligge gli italiani non è solo quella che anche altre banche possano ricorrere a un ulteriore Decreto che le salvi pur penalizzando i clienti, ma anche che qualcuno possa accedere ai risparmi sui conti correnti attraverso furti telematici.
Se anche voi siete tra coloro che possiedono un conto corrente, perché giustamente permette di beneficiare di servizi essenziali come l’accredito di stipendio o pensione, la domiciliazione delle bollette, e tanto altro, ma avete paura per la sicurezza delle vostre finanze, vi invitiamo a consultare la video guida sui conti correnti più sicuri, in cui un esperto del comparatore online SuperMoney, spiega quali sono le caratteristiche per risparmiare in sicurezza.

Ecco cosa fare se si ricercano conti correnti vantaggiosi

Il consiglio che stiamo per darvi vale sempre, non solo nel mese di dicembre, però è la premessa per conoscere le offerte più convenienti dell’ultimo mese dell’anno.
Prima di aprire un conto corrente è necessario recarsi in più banche o sui siti specifici delle filiali di interesse, per informarsi in maniera dettagliata sui servizi e i costi del conto corrente, così da scegliere la miglior proposta. Ricordiamo che il cliente può ottenere la documentazione per valutare e scegliere con calma il proprio conto corrente, senza per questo impegnarsi in alcun modo con la banca.

Le offerte di conti correnti migliori di dicembre

Per questo mese conclusivo del 2015, ci sono diverse offerte di conti correnti, che potrebbero soddisfare le esigenze differenti dei clienti in cerca di un “luogo” in cui mettere i propri risparmi:

  • Deutsche Bank offre un conto corrente che garantisce lo 0,25% di rendimento annuo, oltre a offrire una carta credito gratuita per il primo anno (dal secondo anno costa 30 euro l’anno), e a non prevede commissioni per operazioni presso la propria banca;
  • CheBanca! propone un conto senza canone e imposta di bollo, può essere gestito da Internet, telefonicamente e in filiale, disponendo di operazioni illimitate (accredito di stipendio o pensione, bonifici, domiciliazione utenze, ricariche telefoniche, pagamenti MAV, RAV, RI.BA. e F24, alert sms gratuiti) e prelievi gratuiti con il Bancomat in tutto il mondo;
  • Webank mette a disposizione dei suoi futuri clienti un conto senza spese di apertura, chiusura, canone, o commissioni sulle operazioni bancarie, e permette di effettuare via web o via telefono tutte le operazioni più importanti per la sua gestione, tra cui visualizzare saldo e movimenti, estratti conti e ricevute, ricaricare il cellulare e le prepagate, domiciliare le bollette e altri servizi. Il Bancomat e i prelievi in Italia e nell’area dell’Euro sono gratuiti.

Anche nel caso dei conti correnti, come per tutte le situazioni in cui si ha a che fare con il denaro, specialmente quello risparmiato, è doveroso muoversi con attenzione, ponderare le azioni da portare a temine e considerare tutti i pro e i contro del settore.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>