Published On: Lun, Gen 9th, 2017

Elezioni provinciali 2017: La Spezia al centrosinistra, Savona al centrodestra

In Italia domenica 8 gennaio si è votato per il rinnovo del consiglio provinciale in molte Regioni (vedi sotto*). In Liguria sono stati eletti i rappresentanti delle Province di La Spezia e Savona (vedere le modalità elettorali introdotte nel 2014, in basso**).

A La Spezia 6 consiglieri sono andati al centrosinistra (che si riconferma) e 4 al centrodestra. Di seguito gli eletti.
Per il centrosinistra: Michael Carli, consigliere nel Comune di Lerici, Davide Natale, consigliere a Brugnato, Riccardo Venturini consigliere a La Spezia, Gerardo Ambrosini, vicesindaco di Castelnuovo Magra, Emiliana Orlandi, sindaca di Arcola e infine il sindaco di Vernazza Vincenzo Resasco.

Centrodestra: Andrea De Ranieri, sindaco di Ameglia, Kristopher Casati, vicesindaco di Follo, Loris Figoli, sindaco di Riccò del Golfo, e infine Alessandro Rosson, consigliere comunale nel Comune di Bonassola.

Si sono svolte nella giornata di ieri le elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Savona, che ha visto, dopo la Regione nel 2015 e Savona nel 2016, il trionfo delle liste di centrodestra, passando dal 30% al 51,6% dei voti dei Consiglieri comunali e ottenendo così cinque seggi, passando dai tre del 2014 ai cinque del 2017:

A Savona vince il centrodestra (5 consiglieri), mentre il PD ne perde 2 (da 5 ai 3 attuali).

Per la lista di Centrodestra risultano eletti: Luana Isella , Eraldo Ciangherotti , Sergio Colombo, Luigi Bussalai e Maurizio Briano consiglieri nei Comuni di Loano, Albenga, Finale Ligure, Savona e Cairo Montenotte. Tre consiglieri sono di Forza italia, uno va alla Lega e uno a Ncd.

Il Pd porta tre consiglieri in Provincia. Hanno votato 563 tra sindaci, membri di Giunta e consiglieri comunali nei 69 comuni della provincia di Savona.

Elezioni provinciali 2017: come si votava? Voto ponderato e di secondo grado
**Grazie alla legge Delrio dell’aprile 2014, i cittadini non sono stati chiamati ad esprimere il loro voto ((a quando il voto elettronico?), il che per noi è cosa ottima: i consigli provinciali sono un organismo di secondo livello e non hanno bisogno di voto diretto. Inoltre, i cittadini si sono risparmiati il solito imbarbarimento con tanto di estenuanti liti e polemiche infinite su tv, bar, cucina, classe, radio, web etc etc.  
Il Consiglio Provinciale viene eletto in “secondo grado” a suffragio ristretto solo da parte dei sindaci e dei consiglieri comunali della provincia interessata. Inoltre non tutti i voti espressi valgono allo stesso modo. Infatti il voto è ponderato, cioé valutato in base al numero di abitanti che il singolo consigliere comunale o Sindaco rappresenta.

*Nella giornata di domenica 8 gennaio 2017 si è votato nelle seguenti Province:
Ancona, Ascoli Piceno, Belluno, Brescia, Brindisi, Como, Foggia, Forlì-Cesena, Frosinone, Grosseto, Isernia, La Spezia, Latina, Lecco, Livorno, Matera, Monza e Brianza, Novara, Padova, Perugia, Pesaro e Urbino, Pisa, Pistoia, Potenza, Prato, Rieti, Rovigo, Salerno, Savona, Siena, Terni, Taranto, Verona, Verbano Cusio Ossola, Vicenza.

Liguria, cartografia De Agostini