Published On: Ven, Feb 3rd, 2012

Emergenza neve rientrata. Bufera in Comune a Sestri Levante

Il Sindaco Lavarello


Dopo
la bufera di vento e neve che si è abbattuta su Sestri Levante, e’ iniziata una vera e propria tormenta politica tra il consigliere comunale del Pdl Marco Conti e le due prime cariche della Cittadina. Il consigliere di minoranza ha attaccato l’amministrazione comunale sulla mala-gestione dell’emergenza neve, riportando al Sindaco Andrea Lavarello tutte le inadempienze del Comune segnalate dai cittadini scontenti. Non potevano mancare le dure reazioni di Lavarello e del vicesindaco Giorgio Calabrò, che hanno rinfacciato a Conti di non essere andato a dare una mano ai volontari a spalare neve o a spargere sale nelle vie invece di criticare un lavoro che, a detta loro, e’ stato straordinario. “E’ stata una grave  mancanza di rispetto nei confronti di tutti quelli che hanno fatto l’impossibile per mettere in sicurezza strade e marciapiedi – ribatte Lavarello – i nostri dipendenti comunali non abitano tutti nelle vicinanze ma hanno fatto l’impossibile per essere presenti sul lavoro in questi giorni di emergenza. Invece di perdere tempo a criticare l’operato del Comune, il Sig Conti poteva dare una mano ai volontari..”

Il consigliere Marco Conti

Dopo la “bacchettata” ricevuta dal Sindaco Lavarello , il Consigliere di minoranza Marco Conti va al contrattacco. “Per quest’ultimo anno che rimane impari a fare bene il Sindaco “, replica Conti…” Evidentemente il Sindaco non aveva ben presente la situazione di mercoledì mattina, tra le 6 e le 8, molto probabilmente era ancora a casa al caldo mentre il sottoscritto, come tantissimi cittadini, era già in marcia per andare al lavoro. Sarebbe l’ora che Sindaco e compagnia imparassero a lavorare bene e a prendere esempio dai comuni confinanti. Posso farmi carico di farvi avere gratis delle ripetizioni dai Sindaci vicini. Chissà come mai che a Sestri quando c’è qualche emergenza ci si trova sempre impreparati. Lo scorso anno idem, per ben due giorni la zona del quadrilatero (autostrada) era una lastra di ghiaccio e non si vide nessuno. Tamponamenti, disagi e quant’altro. Per non parlare delle frazioni. E si badi bene che la colpa non è delle maestranze, cui va il plauso per il lavoro che svolgono quotidianamente, che devono sottostare agli ordini impartiti. Qui c’è qualcosa che non va ai piani alti! Il Sindaco dichiara che il sottoscritto non avendo da fare niente tutto il giorno poteva andare a spalare. Di certo nella mia vita ho spalato più io che lui. Mi spiace smentirlo ma il sottoscritto, come tanti, tutti i giorni fa il pendolare a Genova e di certo non guadagna oltre 90.000 euro annui per qualche giornata di lavoro”.

 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>